GravidanzaOnLine: il Forum

Prima, durante e dopo la gravidanza

 

.. parliamo? il sofà del produttore

Grattacapi, scocciature, entusiasmi di ogni giorno, tra figli, mariti, suocere, mamme, amiche, che a volte ci fanno delirare!!
Avatar utente
Topillo
Platinum~GolGirl®
Platinum~GolGirl®
Messaggi: 103881
Iscritto il: 26 giu 2007, 15:11

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da Topillo » 7 nov 2017, 9:07

Io credo che all'abuso di potere si unisca spessissimo l'inconsapevolezza o, diciamolo pure, una certa stupidità. Metti insieme le due cose e avrai un abusante che crede di stare esercitando un suo diritto e una abusata che quasi non si rende nemmeno conto di essere in una situazione a rischio.
Ora io non voglio essere cattiva o presuntuosa, ma non mi sembra che la Trevisan, ad esempio, abbia mai brillato per acume.
Ammettendo che sia vero, la sua mancanza di acume non giustificherebbe affatto la molestia pesante, ma quello che dice Raimo è vero, siamo stati immersi per così tanto tempo in una società dove l'abuso di potere maschile era norma, che probabilmente ci sarebbe voluta una persona con più buon senso e più consapevolezza per a) capire l'andazzo, b) ribellarsi subito.
Quello che fa arrabbiare (e tanto) me, è che in Italia normalmente ci si schiera col potente. Sempre.
Non dico che sarebbe stata necessaria una levata di scudi pro Trevisan, perchè è sempre tutto presunto, ma almeno un bel tacer.
Avec des "si" on mettrait Paris dans une bouteille

Avatar utente
Topillo
Platinum~GolGirl®
Platinum~GolGirl®
Messaggi: 103881
Iscritto il: 26 giu 2007, 15:11

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da Topillo » 7 nov 2017, 9:09

Del resto, quando per vent'anni si è passata l'idea che le donne che hanno spazio sono quelle giovani e in mostra, è difficile distaccarsi dal binomio : uomo più vecchio, ricco e potente e ragazzina decorativa, eh.
Avec des "si" on mettrait Paris dans une bouteille

Avatar utente
floddi
Platinum~GolGirl®
Platinum~GolGirl®
Messaggi: 40482
Iscritto il: 17 nov 2006, 14:47

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da floddi » 7 nov 2017, 14:26

Io dico esattamente il contrario: queste donne, sapevano benissimo come arrivare ad ottenere certe cose, sapevano benissimo che darla al depravato (ma guarda caso potente) di turno, le avrebbe aiutate. tantè che la stessa molestata da W. era poi alle festine di Berlusconi! la dice tutta.
Soldi, potere, apparenza, tutto gira attorno a questo.
Poco importa comunque, queste denunce, per quanto strane e postume, servono e serviranno per spezzare quel filo che sembrava di acciaio. ma che veniva tenuto su da un uomo da una parte e da una donna dall'altra. Non siamo tutte sante, non siamo tutte brave. Ci sono le zo****e eccome, ci sono le arriviste, ci sono donne senza scrupolo e senza morale.
Tutto quello che sta accadendo in queste settimane servirà agli uomini e alle donne.
2005 in blu 2010 in rosa Esiliata!!*due anni di fantastico esilio* sorelle d'italia

Avatar utente
Topillo
Platinum~GolGirl®
Platinum~GolGirl®
Messaggi: 103881
Iscritto il: 26 giu 2007, 15:11

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da Topillo » 7 nov 2017, 14:42

Non è il contrario.
E' la stessa cosa vista dall'altro lato.
E' sempre una relazione di potere / oggettivazione della donna. Che sia o meno consapevole, sempre quello è.
E sì, speriamo serva anche per rendersi conto che questa modalità va cambiata, assolutamente. E che se non è giusto essere "oggettificate", non è giusto, esattamente per lo stesso motivo "oggettificarsi" da sole.
Avec des "si" on mettrait Paris dans une bouteille

Avatar utente
Topillo
Platinum~GolGirl®
Platinum~GolGirl®
Messaggi: 103881
Iscritto il: 26 giu 2007, 15:11

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da Topillo » 7 nov 2017, 14:46

Comunque una cosa è ahimè certa.
Evidentemente manca un certo senso del valore umano, perchè io sono convinta, come Floddi, che ci siano persone che preferiscono "svalutarsi" mercificandosi, che fare fatica.
Avec des "si" on mettrait Paris dans une bouteille

Avatar utente
Topillo
Platinum~GolGirl®
Platinum~GolGirl®
Messaggi: 103881
Iscritto il: 26 giu 2007, 15:11

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da Topillo » 7 nov 2017, 14:47

Però in questo hanno tantissima responsabilità i media e, in generale, i comunicatori che comunque hanno per decenni (diciamo millenni, ma è solo da quando i media sono diventati mass che la cosa si è amplificata) rappresentato le relazioni tra uomini e donne solo in quel modo.
Dalla pubblicità alle canzoni.
Avec des "si" on mettrait Paris dans une bouteille

Avatar utente
ely66
Admin
Admin
Messaggi: 58725
Iscritto il: 8 apr 2005, 22:00

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da ely66 » 7 nov 2017, 23:16

Io credo che all'abuso di potere si unisca spessissimo l'inconsapevolezza o, diciamolo pure, una certa stupidità.
o opportunismo. tanto.
Gaia,il soffio della mia vita è arrivata il 12 agosto 2003 I bambini devono essere felici, non farci felici
Non avere paura di essere solo. Le aquile volano sole, i piccioni volano in gruppo (prov. Lakota)

Avatar utente
Topillo
Platinum~GolGirl®
Platinum~GolGirl®
Messaggi: 103881
Iscritto il: 26 giu 2007, 15:11

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da Topillo » 8 nov 2017, 11:20

Sì, ma capisci che se per opportunismo una si automercifica, il problema non è che è opportunista, il problema è che non dà valore a se stessa, nè come persona, nè come professionista.
Se per opportunismo ci si piegasse ad altri compromessi, ad esempio di disonestà intellettuale, il problema sarebbe davvero l'opportunismo.
Se una persona arriva a svilirsi da sola in quel modo, l'opportunismo è l'ultimo dei problemi.
Avec des "si" on mettrait Paris dans une bouteille

Honey83
New~GolGirl®
New~GolGirl®
Messaggi: 74
Iscritto il: 16 mar 2015, 10:10

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da Honey83 » 9 nov 2017, 16:23

Non sono affatto sicura che ogni qual volta una persona concede il proprio corpo per motivi economici il motivo sia sempre e solo a causa della mancata valorizzazione di se stessa.
Le persone possono avere una morale diversa dalla mia pur nella piena consapevolezza di quello che fanno. Non necessariamente sono tutte stupide o traviate.

Forse Topillo si riferiva precisamente alle attrici che (pur dotate) si buttano sui sofà. Io direi che fanno una valutazione costi/benefici e che ritengono che la loro carriera valga bene un sofà. Non le vedo come vittime, così come non vedo come vittime quei personaggi del mondo dello spettacolo che fingono vicinanza a certe idee politiche per lavorare (in Italia il problema è meno sentito, ma in USA il segreto più nascosto di Hollywood non è l'omosessualità ma la tessera del partito repubblicano).

E non sono neanche convinta che questi scambi di favori sessuali prolifichino grazie alla distorta immagine della relazione uomo/donna fornita dai media, perché è un problema anche del mondo gay.
A me sembra invece che sesso, potere e denaro siano merci molto ambite dalla notte dei tempi.

Avatar utente
Topillo
Platinum~GolGirl®
Platinum~GolGirl®
Messaggi: 103881
Iscritto il: 26 giu 2007, 15:11

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da Topillo » 9 nov 2017, 18:13

Intanto, quando una delle due persone è in posizione di vantaggio, non è scelta vera.
Cioè, se uno fa pesare la propria posizione, qualunque sia la "scelta" di chi ha di fronte, è una scelta frutto di squilibrio di potere. Prima di chiedersi perchè si accetta, ci si dovrebbe domandare perchè si chiede.
Avec des "si" on mettrait Paris dans une bouteille

Avatar utente
Topillo
Platinum~GolGirl®
Platinum~GolGirl®
Messaggi: 103881
Iscritto il: 26 giu 2007, 15:11

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da Topillo » 9 nov 2017, 18:21

http://gds.it/2017/11/09/sacerdote-cont ... to_754007/

leggete qui. Capite perchè siamo qui a interrogarci sulle presunte colpe di chi, fino a dimostrazione del contrario, è vittima? Perchè siamo figlie di questo paese di ..... dove questi individui porci, pedofili, misogini promulgano scemenze come questa da MILLENNI.

Tutte, anche noi donne. Millenni di "cultura" che ci vuole colpevoli dai tempi di Eva.
Avec des "si" on mettrait Paris dans une bouteille

Honey83
New~GolGirl®
New~GolGirl®
Messaggi: 74
Iscritto il: 16 mar 2015, 10:10

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da Honey83 » 16 nov 2017, 17:20

Per me il sofà del produttore e lo stupro di una 17 enne (e le opinioni che rispettivamente suscitano) non sono paragonabili.
L'opinione del parroco è oltraggiosa perché va a commentare un fatto successo ad una ragazza che è stata presa con la forza o comunque non era in grado di prestare un consenso al rapporto consumato (perché ubriaca).

Mi sembra ben diversa la situazione in cui una donna (ma anche un uomo) accetta di fornire favori sessuali in cambio di denaro/opportunità lavorative salvo poi dichiararsi vittima, specie visto che non parliamo di tratta delle bianche né di persone che si vedevano negare un tozzo di pane. Onestamente non ci vedo una situazione di vantaggio tale da mettere una delle due parti alla mercé dell'altra dal momento che anche il sesso è merce di scambio, ha un valore di mercato ed è anche ben quotato visto che c'è gente disposta ad intestare appartamenti o garantire scritture in cambio di un rapporto.

Quindi per me è sbagliato presumere che ogni qual volta una donna si concede ad un potente ci sia un caso di coercizione perché se fosse stata libera avrebbe rifiutato. E riterrei ancora più sbagliato dare la colpa di questi scambi alla immagine della donna fornita dalla nostra cultura, visto che - seppur meno evidente - il problema si pone anche nel mondo gay o a parti invertite con donne di potere e toyboys.

pepla
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 6581
Iscritto il: 18 dic 2006, 21:50

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da pepla » 18 nov 2017, 11:54

Honey83 ha scritto:Per me il sofà del produttore e lo stupro di una 17 enne (e le opinioni che rispettivamente suscitano) non sono paragonabili.
L'opinione del parroco è oltraggiosa perché va a commentare un fatto successo ad una ragazza che è stata presa con la forza o comunque non era in grado di prestare un consenso al rapporto consumato (perché ubriaca).

Mi sembra ben diversa la situazione in cui una donna (ma anche un uomo) accetta di fornire favori sessuali in cambio di denaro/opportunità lavorative salvo poi dichiararsi vittima, specie visto che non parliamo di tratta delle bianche né di persone che si vedevano negare un tozzo di pane. Onestamente non ci vedo una situazione di vantaggio tale da mettere una delle due parti alla mercé dell'altra dal momento che anche il sesso è merce di scambio, ha un valore di mercato ed è anche ben quotato visto che c'è gente disposta ad intestare appartamenti o garantire scritture in cambio di un rapporto.

Quindi per me è sbagliato presumere che ogni qual volta una donna si concede ad un potente ci sia un caso di coercizione perché se fosse stata libera avrebbe rifiutato. E riterrei ancora più sbagliato dare la colpa di questi scambi alla immagine della donna fornita dalla nostra cultura, visto che - seppur meno evidente - il problema si pone anche nel mondo gay o a parti invertite con donne di potere e toyboys.
Io sono d'accordissimo con honey. E francamente sto leggendo di parecchia gente che si professa vittima di molestie sessuali quando in fondo, secondo me, si trattava di pure avances alle quali benissimo potevano rifiutare e che poi in effetti hanno rifiutato.

Inviato dal mio PRA-LX1 utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Topillo
Platinum~GolGirl®
Platinum~GolGirl®
Messaggi: 103881
Iscritto il: 26 giu 2007, 15:11

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da Topillo » 20 nov 2017, 11:05

Honey83 ha scritto:Per me il sofà del produttore e lo stupro di una 17 enne (e le opinioni che rispettivamente suscitano) non sono paragonabili.
L'opinione del parroco è oltraggiosa perché va a commentare un fatto successo ad una ragazza che è stata presa con la forza o comunque non era in grado di prestare un consenso al rapporto consumato (perché ubriaca).

Mi sembra ben diversa la situazione in cui una donna (ma anche un uomo) accetta di fornire favori sessuali in cambio di denaro/opportunità lavorative salvo poi dichiararsi vittima, specie visto che non parliamo di tratta delle bianche né di persone che si vedevano negare un tozzo di pane. Onestamente non ci vedo una situazione di vantaggio tale da mettere una delle due parti alla mercé dell'altra dal momento che anche il sesso è merce di scambio, ha un valore di mercato ed è anche ben quotato visto che c'è gente disposta ad intestare appartamenti o garantire scritture in cambio di un rapporto.

Quindi per me è sbagliato presumere che ogni qual volta una donna si concede ad un potente ci sia un caso di coercizione perché se fosse stata libera avrebbe rifiutato. E riterrei ancora più sbagliato dare la colpa di questi scambi alla immagine della donna fornita dalla nostra cultura, visto che - seppur meno evidente - il problema si pone anche nel mondo gay o a parti invertite con donne di potere e toyboys.
Già il fatto che tu dica che il sesso è merce di scambio, fa capire che partiamo da due presupporti lontani. Se il sesso è considerato merce di scambio, è PALESE che c'è un problema ANCHE di abuso di potere. Chi compra? I ricchi sui poveri, o i potenti sui sottoposti.
Avec des "si" on mettrait Paris dans une bouteille

Avatar utente
val978
Silver~GolGirl®
Silver~GolGirl®
Messaggi: 18660
Iscritto il: 18 feb 2010, 18:04

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da val978 » 21 nov 2017, 16:10

Qualche giorno fa un avvocato sessantenne mi chiedeva: "oggi si parla di questa cosa delle molestie, ma hai idea di come si conciano le mie colleghe donne per andare in tribunale, con che tacchi scollature e spacchi si presentano in aula? capite che gente c'è in giro? tu per esempio non sei vestita così, perchè?"

lasciando intendere che quindi non si tratta di molestie, ma di situazioni in cui queste donnacce si offrono per ottenere qualcosa.

io ero con altre persone, in un contesto tale che non mi sono sentita di dire niente. Ma il mio pensiero è il seguente.
Io non approvo le donne che cercano di ottenere vantaggi attraverso la provocazione sessuale, non le approvo minimamente. è un moo di fare che mi disturba e mi offende come donna.
Però sostengo che ogni persona sia libera di conciarsi come vuole.
E se il giudice o il dirigente o il produttore di turno, è così co*****e da concedere di più a chi si veste di meno, allora mi scappa da pensare che fanno bene! e sc**a io che non approfitto. Perchè sono loro maschi ad essere c******i. Non sono tali femmine ad essere scorrette.
E' proprio come dice Topillo:
E mi viene da pensare che finchè questo concetto non sarà chiaro a tutti, non avremo capito niente!!!

Avatar utente
ely66
Admin
Admin
Messaggi: 58725
Iscritto il: 8 apr 2005, 22:00

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da ely66 » 22 nov 2017, 0:35

E se il giudice o il dirigente o il produttore di turno, è così co*****e da concedere di più a chi si veste di meno, allora mi scappa da pensare che fanno bene! e sc**a io che non approfitto. Perchè sono loro maschi ad essere c******i. Non sono tali femmine ad essere scorrette.
va benissimo, davvero, molto benissimo (!|!!!!!!)
ma poi non ti fiondi a denunciare la molestia. non denunci chi ti ha toccata o quello con cui sei finita a letto.
perché
se finisci a letto con una persona, senza che ti abbia malmenata, bloccata e altro ancora, è consenziente e a fini di lucro
se ti tocca il lato b dopo che ti ci sei seduta in braccio (esempio), non ti lamenti e non denunci.
stanno venendo fuori storie al limite del grottesco, che sminuiscono e sminuiranno nel tempo le vere e sacrosante denunce.
è tutto un rincorrersi di "io c'ero/io l'ho subito" quando in realtà non vedevano l'ora di farsi una parte.
e le persone che invece subiscono veri e reali abusi, ora si troveranno in difficoltà REALI a dimostrare che non sono tr... ecco.
Gaia,il soffio della mia vita è arrivata il 12 agosto 2003 I bambini devono essere felici, non farci felici
Non avere paura di essere solo. Le aquile volano sole, i piccioni volano in gruppo (prov. Lakota)

Avatar utente
val978
Silver~GolGirl®
Silver~GolGirl®
Messaggi: 18660
Iscritto il: 18 feb 2010, 18:04

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da val978 » 22 nov 2017, 15:36

io non ho elementi per dire se queste persone che hanno denunciato si siano sentite obbligate (non significa solo con la forza fisica, ma anche con violenza psicologica) o abbiano accettato di buon grado le advances oppure le abbiano accettate perchè pensavano di non avere alternativa.
Sinceramente, la molestia o l'abuso, anche se denunciata molti anni dopo, per me rimane sempre molestia e abuso.
Poi leggendo certe testimonianze riguardo il signor Weinstein le ho trovate così gravi, così violente, così patologiche che sfido chiunque si trovi in quella situazione (ed altre analoghe) a rendersi conto di cosa sta succedendo, di cosa si vuole, di cosa devi fare.

Avatar utente
val978
Silver~GolGirl®
Silver~GolGirl®
Messaggi: 18660
Iscritto il: 18 feb 2010, 18:04

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da val978 » 22 nov 2017, 16:26

http://www.giornalettismo.com/archives/ ... intervista
per esempio, da questa storia, che idea vi siete fatte? di una che ha cavalcato la situazione per avere notorietà?

Avatar utente
ely66
Admin
Admin
Messaggi: 58725
Iscritto il: 8 apr 2005, 22:00

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da ely66 » 22 nov 2017, 22:06

la modella ha subito una violenza, anzi doppia, persino dalla polizia.
ma se denunci e poi ti metti in tasca un milione di dollari con accordo di riservatezza, sai cosa fai, poche storie.
poi dopo un paio d'anni esci ancora con sta storia? e l'accordo salta. ora dovrà anche dare indietro i soldi. non glieli chiederanno, ma come carriera ne esce a pezzi.


e ribadisco, ora chi non è famosa, non ha avuto parti in film, sfilate, cortometraggi ecc.. ma è soltanto una povera crista comune, che lavora o anche soltanto va a scuola, si troverà in difficoltà enormi difficoltà a trovare chi l'ascolta realmente. queste persone, questa modella ha fatto più danni di quanto non s'immagini.
Gaia,il soffio della mia vita è arrivata il 12 agosto 2003 I bambini devono essere felici, non farci felici
Non avere paura di essere solo. Le aquile volano sole, i piccioni volano in gruppo (prov. Lakota)

Honey83
New~GolGirl®
New~GolGirl®
Messaggi: 74
Iscritto il: 16 mar 2015, 10:10

Re: .. parliamo? il sofà del produttore

Messaggio da Honey83 » 23 nov 2017, 15:48

Topillo ha scritto: Già il fatto che tu dica che il sesso è merce di scambio, fa capire che partiamo da due presupporti lontani. Se il sesso è considerato merce di scambio, è PALESE che c'è un problema ANCHE di abuso di potere. Chi compra? I ricchi sui poveri, o i potenti sui sottoposti.
Quindi secondo te ogni singolo atto di meretricio è la manifestazione di un abuso di potere compiuto in danno di chi mercifica il proprio corpo?

Per me no. Oppure intendo per abuso di potere qualcosa di diverso da quello che intendi tu.

Rispondi

Torna a “LIBERA_MENTE confidenze, confronti, consigli e scontri”