GravidanzaOnLine: il Forum

Prima, durante e dopo la gravidanza

 

[DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Ecografie, Amniocentesi, Villocentesi & Co.
Rispondi
Avatar utente
Maya70
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 2265
Iscritto il: 20 mag 2005, 14:24

[DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da Maya70 » 9 gen 2008, 19:02

Che cos'è il citomegalovirus
L'infezione da citomegalovirus è una malattia generalmente innocua, e di solito asintomatica, ma se viene contratta durante la gravidanza può causare danni anche gravi al feto.
Se una persona ha contratto il virus, questo rimane nel corpo in forma latente e può riattivarsi in particolari situazioni, come per esempio la gravidanza.
In gravidanza è pericolosa soprattutto l'infezione primaria, cioè l'infezione presa la prima volta, mentre la riattivazione del virus è molto meno pericolosa.
Per questo è importante sapere se si è già contratto il virus o no.
Tipo di esame
Per sapere se si è già contratto il virus oppure no basta effettuare un semplice esame del sangue, che sarebbe consigliabile eseguire PRIMA di pianificare una gravidanza. Se non si è potuto farlo prima della gravidanza l'esame va fatto insieme con quelli del primo trimestre.
Costo dell'esame
Questo esame non è tra quelli gratuiti in gravidanza e non tutti i ginecologi lo prescrivono. Nell'ospedale dove hanno seguito le mie due gravidanze lo chiedono per le donne che eseguono amniocentesi e villocentesi, ma non tutti gli ospedali seguono questa prassi. Io l'ho pagato 22,40 Euro a marzo 2007. Secondo me sono soldi che conviene spendere, per stare più tranquille. Se il vostro ginecologo non ve lo ha prescritto potete chiedere al vostro medico di base di farvi l'impegnativa.
Come si leggono i risultati
Come per tutte le infezioni virali le analisi indicheranno due valori: il valore IgG e il valore IgM. Si possono avere tre casi:
IgG ed IgM negative: vuol dire che non si è mai contratto il virus. In questo caso è opportuno controllare con cadenza mensile IgM e IgG specifiche per CMV, per poter diagnosticare prontamente un' infezione primaria in corso gravidanza (sieroconversione). Inoltre può essere utile seguire questi consigli per evitare di contrarre il virus: a)usare la massima attenzione nel contatto diretto con qualunque materiale organico. Se possibile, evitarlo. b)evitare il più possibile il contatto stretto e giornaliero con bambini in età pre-scolare (consiglio poco applicabile per chi ha figli piccoli: infatti secondo me io lo ho preso dalla mia primogenita che frequentava l'asilo nido) c) lavarsi le mani molto spesso e con estrema cura.
IgG positive ed IgM negative: significa che si è contratto il CMV ma che attualmente non c’è infezione in atto e quindi non ci sono rischi per il feto. In questo caso non sono necessari ulteriori controlli.
IgG ed IgM positive: significa che c’è infezione in atto. In questo caso bisogna stabilire se è un’infezione primaria (quindi più pericolosa per il feto) o una riattivazione dell’infezione, che invece generalmente non provoca danni al nascituro. Se l’infezione è primaria inoltre viene eseguito un ulteriore test che è in grado di datare l’infezione: poiché infatti le IgM permangono a lungo positive anche quando l’infezione è cessata, se le IgM sono positive ad inizio gravidanza la datazione può stabilire se l’infezione è recente (e quindi pericolosa per il feto) o antecedente la gravidanza (e quindi non ci sono rischi per il nascituro).
In ogni caso se siete in quest'ultima situazione non fatevi prendere dal panico: leggete il post seguente e sappiate che avete buone speranze che vada tutto a buon fine, ve lo dice una che ci è passata!
Maya70, Anika (09/11/2004) & Raya (19/11/2007)

Avatar utente
Maya70
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 2265
Iscritto il: 20 mag 2005, 14:24

Re: Citomegalovirus

Messaggio da Maya70 » 9 gen 2008, 19:09

CMV è la causa maggiore di infezioni congenite, qualora contratto durante la gravidanza. Fattori di rischio sono una giovane età della madre, la promiscuità sessuale, la scarsa igiene, il contatto prolungato con bambini piccoli. Molto più frequenti sono le infezioni contratte in presenza di un certo grado di protezione derivante da una infezione precedente.
Le infezioni congenite.
Si definiscono congenite quelle infezioni che la madre trasmette al feto durante la gravidanza e, di solito, sono tanto più gravi quanto più precocemente vengono trasmesse. La trasmissione avviene per via transplacentare, cioè dal sangue materno il virus infetta la placenta, si replica in essa, fino ad arrivare a contatto con il circolo fetale. Solo il 10-15% dei neonati infettati viene alla luce con sintomatologia evidente, ma un ulteriore 10-15% andrà incontro a sequele tardive. In generale circa 1 neonato su tremila presenta o presenterà segni clinicamente rilevanti di infezione da CMV.
L’infezione congenita, successiva ad una infezione primaria della madre, è molto più pericolosa di quelle forme congenite che sono invece dovute ad una riattivazione del virus e che, come abbiamo detto, raramente danno manifestazioni cliniche alla nascita. È stato calcolato che circa l’1% di tutti i nati presenta un’infezione congenita da Cytomegalovirus, ma di questi solo una minima parte (il 10%) è sintomatica e solo il 5%, corrispondente a un caso su 2.000 nati, ha una forma generalizzata.
I segni più frequenti sono la prematurità, un basso peso alla nascita, l’ittero, un ingrossamento del fegato e della milza, la comparsa di petecchie (piccolissime emorragie puntiformi della cute o delle mucose), un interessamento oculare (corioretinite) e il riscontro di un cranio piccolo. Fra questi neonati la mortalità è elevata e precoce, arrivando fino al 30%.
Gli esiti a distanza di un’infezione congenita da Cytomegalovirus non sono solo appannaggio delle forme sintomatiche e comprendono una sordità neurosensoriale (la conseguenza più frequente), una colorazione gialla dei denti con fragilità ed opacità dello smalto, un deficit mentale. Anche in quel 90% dei neonati che non ha manifestazioni cliniche evidenti le conseguenze a distanza possono essere ugualmente presenti (ed in tal caso sono uguali a quelle già viste), anche se con una minor frequenza (5-10%), e compaiono tutte nei primi due anni di vita.
Che cosa è la diagnosi prenatale.
La diagnosi prenatale di infezione da CMV consiste nella ricerca del virus direttamente nel liquido amniotico prelevato mediante amniocentesi tra la ventunesima e la ventitreesima settimana di gravidanza. Questa epoca gestazionale è scelta per due motivi:
1) in letteratura sono descritti casi di risultati falso-negativi ottenuti con l'esame condotto prima della ventesima settimana in quanto il virus viene eliminato nel liquido amniotico dal rene fetale attraverso l'urina e solo dopo tale epoca gestazionale si ha una diuresi fetale giornaliera consistente.
2) poiché dal momento della trasmissione del virus dalla madre al feto al momento della eliminazione del virus con l'urina fetale possono passare 6-9 settimane, è bene coprire il periodo più rischioso della gravidanza, cioè i primi tre mesi (12 settimane + 6-9 settimane).
Perché sottoporsi alla diagnosi prenatale.
a) Nel 70% circa dei casi il risultato darà esito negativo e scoraggerà eventuali interruzioni.
b) Nel 30% circa dei casi il risultato darà esito positivo, ma solo in un terzo di essi si evidenzierà un elevato rischio per il feto.
Le donne in questa condizione:
Verranno seguite con particolare attenzione.
Verrà a loro data la possibilità di interrompere la gravidanza.
Non si esclude che in un prossimo futuro possono essere trattate farmacologicamente come già si fa, con successo, per le infezioni congenite da Toxoplasma o immunologicamente come già fatto in un caso giapponese pubblicato recentemente nella letteratura internazionale.
Avranno neonati controllati molto accuratamente e seguiti per i primi anni di vita.
Cosa è successo a me.
Nella mia prima gravidanza avevo sia le IgG che le IgM negative, quindi vuol dire che non avevo mai contratto il virus.
Quando ho fatto gli esami all’inizio della seconda gravidanza sono risultate le IgG negative e le IgM positive. Risultato un po’ strano, perché di solito con le IgM positive si hanno anche le IgG positive, ma probabilmente l’infezione era all’inizio e quindi le IgG non avevano fatto in tempo a diventare positive. Il mio ginecologo mi disse di stare tranquilla, che i valori erano bassi e non c’erano rischi. Io avevo letto cose poco tranquillizzanti su Internet, ma decisi di fidarmi di lui. Quando feci l’amniocentesi a 16 settimane il ginecologo che me la praticò controllò gli esami e mi disse che per tranquillità era meglio ripetere quell’esame, e quindi alla visita successiva dal mio gine gli chiesi di rifare l’analisi. Con mio grande sconforto apparvero positive sia le IgG che le IgM. Quindi il mio ginecologo mi indirizzò da una infettivologa dell’ospedale di Padova: lì mi rifecero le analisi del sangue e mi confermarono che l’infezione era stata presa nei primi mesi di gravidanza. Quindi ho dovuto rifare l’amniocentesi alla 21esima settimane (avevo già fatto alla 16esima settimana quella cromosomica). L’amniocentesi per fortuna è risultata negativa.
Maya70, Anika (09/11/2004) & Raya (19/11/2007)

Avatar utente
Maya70
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 2265
Iscritto il: 20 mag 2005, 14:24

Re: Citomegalovirus

Messaggio da Maya70 » 9 gen 2008, 19:10

Se vi servono informazio e chiarimenti sono a vostra disposizione!
Maya70, Anika (09/11/2004) & Raya (19/11/2007)

Avatar utente
crikorki
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 7690
Iscritto il: 9 nov 2007, 11:29

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da crikorki » 11 gen 2008, 8:30

grazie Maya per aver aperto questo topic.
io sono alla 11+2 e ho scoperto un mese fa di essere risultata positiva mentre nella prima gravidanza (finita poi in aborto a marzo 2007) ero negativa. Ho fatto il prelievo al S.Orsola di Bologna (io sono della provincia di Verona) e hanno constatato che le avidità sono basse e quindi si tratta di una infezione recente. Martedi ho avuto un incontro con la infettivologa sempre a Bologna e abbiamo deciso per l'amniocentesi alla 20° settimana e cioè il 18 marzo. Non nascondo di essere molto preoccupata...cerco di non pensarci ma non sempre è facile. Questo è davvero un virus subdolo, per il quale non c'è cura finchè il bimbo è in pancia....spero tanto di non averlo passato a lui perchè alla 21° settimana non so come potrei affrontare un eventuale aborto terapeutico......
Nicola nato il 01/08/2008 e Filippo nato il 24/12/2011
I miei bimbi..la mia vita...la mia gioia...

Avatar utente
Maya70
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 2265
Iscritto il: 20 mag 2005, 14:24

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da Maya70 » 11 gen 2008, 10:13

....spero tanto di non averlo passato a lui perchè alla 21° settimana non so come potrei affrontare un eventuale aborto terapeutico......
Non hai idea di quanto ti capisca e mi dispiace moltissimo Crikorki! :coccola Stai vivendo la stessa brutta esperienza che ho passato io. Spero di tutto cuore che anche la conclusione sia la stessa. Per fortuna sembra che all'inizio della gravidanza ci siano meno probabilità di passare il virus, e se tu sei una persona in buona salute il tuo corpo dovrebbe essere riuscito a proteggere il bambino dal virus. Almeno questo è quello che mi disse mio zio, che è medico, e che aveva molta fiducia nel fatto che l'amniocentesi sarebbe stata negativa.
Mi dispiace perchè sei solo alla 11esisma settiana e ti tocca aspettare un sacco di tempo prima di avere i risultati. Io mi ero fidata della tranquillità del mio ginecologo :martello e mi sono preoccupata solo quando ho rifatto le analisi, e ormai ero già alla 19esima settimana. Il lato positivo è che almeno mi sono risparmiata settimane di attesa e di angoscia.
A dirti la verità, quando ho scoperto di aver contratto il virus ho pensato che se il mio gine si fosse svegliato subito, avrei potuto abortire subito, con un raschiamento ed evitando quindi il rischio un aborto terapeutico. Probabilmente mio marito avrebbe insistito in quel senso, e conoscendomi, probabilmente avrei ceduto. E adesso non sarei qui a coccolare la mia meravigliosa bambina! Se ci penso mi vengo i brividi e in fondo ringrazio il cielo per l'incompetenza del mio ginecologo (incompetenza solo su questo argomento, per il resto è molto bravo!). Quindi penso tu abbia fatto la scelta giusta, ad aspettare di fare l'amniocentesi prima di prendere una qualsiasi decisione, e non posso far altro che mandarti un milione di :incrocini .
Maya70, Anika (09/11/2004) & Raya (19/11/2007)

Avatar utente
crikorki
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 7690
Iscritto il: 9 nov 2007, 11:29

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da crikorki » 11 gen 2008, 10:42

il mio ginecologo mi ha sempre detto di aspettare, di non abortire fino a che non sono certa di averlo passato al feto e in che percentuale.
Certo è come dici tu dovrò aspettare 9 settimane per fare l'amnio e ho quindi tutto il tempo per farmi le mie paranoie mentali..comunque non ho mai pensato ad un aborto prima di sapere veramente...spero solo di averlo preso io e di non averlo passato a lui. Si, l'ho contratto proprio a inizio gravidanza a quanto pare e ringraziando Dio sono sempre stata sana e prendo acido folico da più di un anno quindi non mi resta che incrociare le dita.

Sono felice che a te sia andato tutto bene...credo che una futura mamma non debba mai trovarsi di fronte a certe scelte.... :incrocini :incrocini :incrocini
Nicola nato il 01/08/2008 e Filippo nato il 24/12/2011
I miei bimbi..la mia vita...la mia gioia...

Avatar utente
Maya70
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 2265
Iscritto il: 20 mag 2005, 14:24

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da Maya70 » 11 gen 2008, 10:59

crikorki ha scritto:...credo che una futura mamma non debba mai trovarsi di fronte a certe scelte.... :incrocini :incrocini :incrocini
Speriamo che trovino un vaccino!
Il tuo ginecologo secondo me è molto bravo e ti ha fatto seguire la strada giusta, la più ragionevole.
Mi raccomando tienimi informata!
Maya70, Anika (09/11/2004) & Raya (19/11/2007)

Avatar utente
crikorki
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 7690
Iscritto il: 9 nov 2007, 11:29

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da crikorki » 11 gen 2008, 11:06

esatto..è un virus subdolo..che non puoi evitare e per il quale non c'è cura in pancia.......è una vera sfortuna prenderlo!!!
Certo Maya ti terrò informata e grazie per la tue info! Davvero
Cri
Nicola nato il 01/08/2008 e Filippo nato il 24/12/2011
I miei bimbi..la mia vita...la mia gioia...

Avatar utente
Anto74
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 6657
Iscritto il: 31 ott 2007, 16:51

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da Anto74 » 11 gen 2008, 16:16

La mia ginecologa me lo ha fatto fare 6 mesi fà quando le ho detto che eravamo a caccia ed avevo già fatto tutte le altre analisi (toxo, rubueotest, hiv, etc).
Mi ha detto che è meglio saperlo prima di una gravidanza se si è contratto il virus.
L'ho fatto a pagamento (non ricordo quanto è costato, ma poco).

:incrocini a tutte
*Antonella *Gollina Sicula Sossina*Se non t'importa dove sei, non ti sei perso.(Anonimo) *

Avatar utente
crikorki
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 7690
Iscritto il: 9 nov 2007, 11:29

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da crikorki » 11 gen 2008, 16:39

se lo avessi fatto anch'io sarebbe stato tutto più semplice...i costi certe volte non contano....
Nicola nato il 01/08/2008 e Filippo nato il 24/12/2011
I miei bimbi..la mia vita...la mia gioia...

Avatar utente
Anto74
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 6657
Iscritto il: 31 ott 2007, 16:51

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da Anto74 » 11 gen 2008, 17:01

crikorki una marea di :incrocini per te
*Antonella *Gollina Sicula Sossina*Se non t'importa dove sei, non ti sei perso.(Anonimo) *

Melissa
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 5913
Iscritto il: 26 giu 2005, 11:56

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da Melissa » 11 gen 2008, 18:16

Salve a tutte,
io ho preso l'infezione primaria nella 20esima settimana di gravidanza, ho fatto le analisi tutti i mesi quindi è sicuro che lo abbia preso a 20, si è manifestato con febbricciattola, tosse e mal di gola. Me lo ricordo benissimo, cosi come mi ricordo benissimo quel 16 novembre quando l'ospedale mi chiamò a casa.
Ho girato e rigirato diversi infettivologi, la mia gine mi consigliò di andare a Londra per abortire , avevo però solo due giorni di tempo per decidere, in quel lasso di tempo non me la sono sentita e ho deciso di andare avanti, proprio io, che sono favorevole all'aborto e che scusate la brutale sincerità un figlio ritardato non lo volevo, ma volevo abortire sulla base di una SICUREZZA, non di un sospetto, le statistiche dicevano che avevo 1 possibilità su 2 che il virus passasse e in questo caso 1 possibilità su 10 che Giulia riportasse danni come ritardo mentale, sordità o problemi alla retina, che col tempo potevano peggiorare, e quindi controlli per i primi tre anni di vita. Il 12 marzo 2004 Giulia è nata.....era positiva, le sono stati fatti tutti gli esami, rdx al cranio, esami del sangue, urine, test all'udito ed alla vista. E premetto che non feci in gravidanza un amnio tardiva perchè comunque sulla base di quelle percentuali non avrei mai abortito anche se il feto fosse risultato positivo, ho fatto bene, visto che Giulia era positiva mi sarei preoccupata ancora di più, invece cosi speravo sempre che il virus non passasse. Ma non sono stata male quando mi hanno detto alla nascita che era positiva, stavo bene perchè Giulia era lì, la vedevo e dicevo che era troppo bella e perfetta per avere qualche problema, che sicuramente sarei rientrata in quella percentuale di bambini infetti ma sani. Una volta un medico mi disse "sai quante donne lo prendono? Non lo sanno perchè non fanno le analisi e i bimbi nascono sani?" La cura non esiste, è un virus subdolo e si può prendere proprio come un raffreddore. Ora ha 4 anni, ha fatto tanti controlli e sta benissimo! molti medici già dopo il primi anno di vita mi hanno detto che non c'era da preoccuparsi.
se non sei parte della soluzione sei parte del problema
Melissa + Giulia 12-03-2004 e Claudio 21-04-2005

Melissa
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 5913
Iscritto il: 26 giu 2005, 11:56

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da Melissa » 11 gen 2008, 18:20

dimenticavo di dire che ho fatto eco morfologiche tutti i mesi da quando lo scoperto.
se non sei parte della soluzione sei parte del problema
Melissa + Giulia 12-03-2004 e Claudio 21-04-2005

Avatar utente
Maya70
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 2265
Iscritto il: 20 mag 2005, 14:24

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da Maya70 » 11 gen 2008, 18:32

Anto74 ha scritto:Ha detto che è meglio saperlo prima di una gravidanza se si è contratto il virus.
:ok
.
crikorki ha scritto:se lo avessi fatto anch'io sarebbe stato tutto più semplice...i costi certe volte non contano....
Infatti, anch'io ho pensato che se l'avessi fatto prima della gravidanza mi sarei (forse) risparmiata un bel patema d'animo.

Ciao Melissa, come stai?
Che brutta esperienza che hai passato anche tu! Per fortuna la tua bimba sta benissimo.
Melissa ha scritto:, proprio io, che sono favorevole all'aborto e che scusate la brutale sincerità un figlio ritardato non lo volevo, ma volevo abortire sulla base di una SICUREZZA, non di un sospetto,
E' lo stesso pensiero che ho fatto io, come faccio ad abortire sapendo che la 70% o anche più la bimba è sana? Se l'amnio fosse stata positiva sarebbe stata dura, perchè io ormai, come te, avrei rischiato, mentre mio marito non se la sentiva di rischiare di avere una figlia con problemi. Per fortuna l'amnio negativa non mi ha posto davanti a questo terribile dilemma.
Una volta un medico mi disse "sai quante donne lo prendono? Non lo sanno perchè non fanno le analisi e i bimbi nascono sani?"
E' per questo che il sistema sanitari nazionale non passa questo esame tra quelli gratuiti in gravidanza...tanto non è curabile, molte volte non fa danni, non si può prevenire. Però poi tra quelle che non controllano ci sono anche quelle che si ritroveranno un figlio sordo o ritardato, senza sapere perchè...
Maya70, Anika (09/11/2004) & Raya (19/11/2007)

Melissa
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 5913
Iscritto il: 26 giu 2005, 11:56

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da Melissa » 11 gen 2008, 18:57

Ciao Maya!!!! qui tutto bene!!!!!! e tu con le bimbe? :bacio
però sai una cosa? Se ti nasce un bimbo sordo, visto che lo screening per la sordità lo fanno a quasi tutti i neonati la prima cosa che dovrebbero fare è l'esame del cmv o toxo quindi è una cosa che si saprebbe subito comunque, alla luce della mia esperieza era meglio non averlo fatto questo esame. Se Giulia avesse manifestato un qualche problema i medici se ne sarebbero accorti e si sarebbe arrivato comunque al cmv. Però ho conosciuto donne che hanno abortito sulla base di quel sospetto, forse in tal caso, se non si vuole nemmeno quel sospetto è giusto saperlo e regolarsi di conseguenza.
Comunque preso dopo 20 settimane non dovrebbe fare danni, io stavo al limite.
se non sei parte della soluzione sei parte del problema
Melissa + Giulia 12-03-2004 e Claudio 21-04-2005

Avatar utente
sorriso73
Basic~GolGirl®
Basic~GolGirl®
Messaggi: 261
Iscritto il: 22 mag 2005, 21:47

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da sorriso73 » 12 gen 2008, 16:38

ciao posso portarvi l'esperienza di mia cognata se può servire a confortare qualcuno magari con gli stessi valori.
Dunque rimane incinta a settembre, primi esame del sangue IGM positive IGG positive, le fanno fare l'avidity allarmati e le danno l'esito (a fine ottobre) . RIsulta essere 0,36 , valore dubbio se si legge su Internet ma gli infettivologi hanno stabilito che si tratta di infezione contratta almeno 4 mesi prima. Dunque nessun pericolo. Ad ogni modo, prima di conoscere gli esiti, il gine le aveva detto che a Niguarda propongono una profilassi sperimentale di una specie di "vaccino" che impedirebbe di passare il virus al feto. Fino ad ora lo hanno fatto a 3 donne che hanno contratto il virus precocemente come infezione primaria e tutte le donne non hanno passato il virus al feto. Ovviamente 3 casi sono pochi per dare una certezza, ma qualcosa si sta muovendo, almeno a Milano. Non so quali sono i "requisiti" per accedere a questa cura, ma se può essere d'aiuto a qualcuna sapere, ve lo segnalo.
Ciao
Andrea - 23/07/2005

Avatar utente
Maya70
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 2265
Iscritto il: 20 mag 2005, 14:24

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da Maya70 » 13 gen 2008, 18:41

Informazione utilissima, grazie Sorriso!

Melissa, con le bimbe tutto bene! :sorrisoo
Dicevo che qualcuno si trova con un figlio sordo o ritardato "senza sapere perchè", non tanto perchè poi non lo scoprano, infatti i medici sono in grado di capire se è stato il CMV a causare quei danni, ma intendevo che una donna durante tutta la gravidanza può non sapere che esiste la possibilità di prendersi questo virus, mentre secondo me è giusto che ogni donna abbia la possibilità di essere informata e quindi di agire di conseguenza.
Maya70, Anika (09/11/2004) & Raya (19/11/2007)

Avatar utente
Chica74it
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 3193
Iscritto il: 20 mag 2005, 11:35

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da Chica74it » 23 gen 2008, 17:56

nella prima gravidanza sono risultata negativa al virus, mi chiedevo se è come la toxo ciò negativo significa immune o puoi contrarlo in qualsiasi momento?


grazie :sorrisoo
AliceAlessioGiulia i miei amori

Avatar utente
Anto74
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 6657
Iscritto il: 31 ott 2007, 16:51

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da Anto74 » 23 gen 2008, 17:59

Chica74it ha scritto:nella prima gravidanza sono risultata negativa al virus, mi chiedevo se è come la toxo ciò negativo significa immune o puoi contrarlo in qualsiasi momento?


grazie :sorrisoo
no, non sei immune
*Antonella *Gollina Sicula Sossina*Se non t'importa dove sei, non ti sei perso.(Anonimo) *

Avatar utente
Maya70
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 2265
Iscritto il: 20 mag 2005, 14:24

Re: [DIAGNOSTICA] CITOMEGALOVIRUS

Messaggio da Maya70 » 23 gen 2008, 18:19

Anche per la toxo negativo significa che NON sei immune! Negativo vuol dire che non l'hai mai preso e quindi rischi di contrarlo durante le gravidanza.
Maya70, Anika (09/11/2004) & Raya (19/11/2007)

Rispondi

Torna a “INDAGINI PRENATALI”