GravidanzaOnLine: il Forum

Prima, durante e dopo la gravidanza

 

cesareo per scelta...parte seconda.

Come prepararsi psicologicamente all'evento? Dubbi, consigli sul parto e qualche informazione per migliorare la degenza in ospedale.
Bloccato
Avatar utente
ishetta
Platinum~GolGirl®
Platinum~GolGirl®
Messaggi: 56257
Iscritto il: 3 apr 2007, 19:01

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da ishetta » 24 ott 2012, 17:09

blunotte9 ha scritto:
laura s ha scritto:
blunotte9 ha scritto:
laura s ha scritto:Blunotte io capisco il tuo discorso e secondo me su alcune cose hai ragione (tipo i troppi TC specie nelle cliniche, e certi posti dove fanno di routine l'episiotomia a tutte che non si può sentì), su altre secondo me no (ad es. sul fatto che l'epidurale non sia sicura).
E' difficile anche essere "imparziali" quando nel nostro paese vige una cultura catto-tradizionalista del "partorisci con dolore e non ti lamentare se sei una vera donna" portata avanti in primis proprio dalle ostetriche...
Poi non capisco tanto la polemica sulle induzioni: l'induzione si fa perchè dopo 42+0 aumenta in modo significativo il rischio di morte endouterina del feto, senza poter predire in che casi avverrà, e in che casi no. MORTE: saresti dell'idea di lasciar fare alla natura???
quante gravidanze tu hai sentito arrivare a 42+0??????? negli ospedali più "avanti" ti concedono di arrivare a 41+3...e vogliamo parlare delle datazioni da um non tenendo conto dei cicli più lunghi, di ovulazioni tardive...
io non sono una pazza invasata, non sono dell'idea di lasciar fare alla natura, ma nemmeno di forzarla quando non è necessario. A me stanno benissimo i monitoraggi dopo la 40 ma non capisco perchè non arrivare a 42 se tutto va bene. Ci si risparmierebbero un sacco di induzioni con tutto quello che ne consegue.
Si induce a 41+3 perchè appunto ci possono essere errori di datazione di 3o4 gg (in più, ma anche in meno) e si è visto che è il giorno in cui conviene farlo (rischi legati all'induzione minori del rischio di attesa).
Se credi sia fatto a caso forse sottovaluti un minimo la professionalità altrui... :urka
Secondo te hanno usato una tombolata per scegliere la data??
ah non lo so cosa hanno fatto visto che ogni h ha le sue regole..cosi come ogni h ha le sue regole per quanto riguarda i tempi di attesa dopo la rottura delle membrane (chi 12 ore, chi 24 chi addirittura 48)
Io dico: ma cosa costa valutare la situazione caso per caso???!!!!!! se io e mio figlio a 41+3 stiamo benissimo perchè nn possiamo arrivare a 42 visto che la gravidanza è fisiologica fino a 42 settimane?
ma va che nessuno ti insegue con la fettuccia di prostaglandine.
Ma sinceramente se a te dicono signora siamo a 41+3, possiamo aspettare altri 4 giorni prima che le statistiche di morte endouterina impennino. Tenga però presente che possiamo esserci sbagliati sulla datazione e magari è a 42 pure oggi. Tu che fai?
Perché la vuoi perché tu puoi riconquistare un sorriso e puoi giocare e puoi gridare perché ti han detto bugie ti han raccontato che l'hanno uccisa che han calpestato la gioia perché la gioia è con te

Avatar utente
ishetta
Platinum~GolGirl®
Platinum~GolGirl®
Messaggi: 56257
Iscritto il: 3 apr 2007, 19:01

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da ishetta » 24 ott 2012, 17:11

laura s ha scritto:
blunotte9 ha scritto:
ishetta ha scritto:
blunotte9 ha scritto:
laura s ha scritto:
blunotte9 ha scritto:io credo che il discorso sia un po più ampio...
Il punto è che un ginecologo cui muore un bambino per sf**a, destino o perchè ha temporeggiato un attimo di più si becca una bella denuncia. e la morte di un bambino è la morte di un bambino.
Una donna che subisce un tc non necessario, un'episio non necessaria, una medicalizzazione non necessaria...ci resterà male forse, avrà un pessimo ricordo del parto, ma ha il suo bambino in braccio e, con ogni probabilità si sentirà dire che "l'importante è che stiate entrambi bene, dimentica...".
E di sicuro non denuncia il suddetto ginecologo per un tc non strettamente necesario. Quindi spesso il medico sceglie la strada per lui più sicura.
Forse in senso stretto anche più sicura per la donna e il bambino...ma allora perchè tante donne si sentono cosi ferite da un tc che loro ritengono non necessario?
A volte ci sono ferite non si vedono ma ci sono..
Se era la cosa più sicura per mamma, bambino e ginecologo, per me più che ferite sono pippe mentali, e se non le sanno superare che crescano.
boh...mi pare che la vogliate fare semplice quando non lo è..è come se io avessi un dito in cancrena, per scrupolo mi amputassero tutta la mano e quando mi mostro dispiaciuta mi dicessero "di che ti lamenti sei viva?"....tutto vero per carità...però boh...
ma qui mica ti tolgono l'utero. Ridimensioniamo. Un'episiotomia guarisce, la cicatrice di un tc si rimargina...
quella fisica sì...lascia degli strascichi ma si rimargina.
io ripeto non ho subito nè tc nè episiotomie ho avuto dei parti tranquilli per cui non ho traumi sulle spalle...ma se tante tante donne ricordano a distanza di anni quel tc ancora piangendo perchè vogliamo continuare a sottovalutare questa sofferenza???? se poi questa sofferenza era evitabile perchè non fare nulla se nn dire alla donna "di farsi meno pippe mentali?"
Se lo ricordano dopo anni perchè per tutta la vita è stato inculcato loro che era loro dovere partorire per via vaginale, soffrendo come le loro mamme, e che se no sarebbero state dei fallimenti come donne. E sì, sono d'accordo, bisognerebbe fare qualcosa contro questa mentalità retrograda e allucinante..,
ma poi uno può essere traumatizzato da qualsiasi cosa. Ci sono gli psicologi per questo.
Perché la vuoi perché tu puoi riconquistare un sorriso e puoi giocare e puoi gridare perché ti han detto bugie ti han raccontato che l'hanno uccisa che han calpestato la gioia perché la gioia è con te

blunotte9
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 2410
Iscritto il: 26 feb 2008, 10:05

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da blunotte9 » 24 ott 2012, 17:12

laura s ha scritto:
blunotte9 ha scritto:
laura s ha scritto:
blunotte9 ha scritto:
laura s ha scritto:Blunotte io capisco il tuo discorso e secondo me su alcune cose hai ragione (tipo i troppi TC specie nelle cliniche, e certi posti dove fanno di routine l'episiotomia a tutte che non si può sentì), su altre secondo me no (ad es. sul fatto che l'epidurale non sia sicura).
E' difficile anche essere "imparziali" quando nel nostro paese vige una cultura catto-tradizionalista del "partorisci con dolore e non ti lamentare se sei una vera donna" portata avanti in primis proprio dalle ostetriche...
Poi non capisco tanto la polemica sulle induzioni: l'induzione si fa perchè dopo 42+0 aumenta in modo significativo il rischio di morte endouterina del feto, senza poter predire in che casi avverrà, e in che casi no. MORTE: saresti dell'idea di lasciar fare alla natura???
quante gravidanze tu hai sentito arrivare a 42+0??????? negli ospedali più "avanti" ti concedono di arrivare a 41+3...e vogliamo parlare delle datazioni da um non tenendo conto dei cicli più lunghi, di ovulazioni tardive...
io non sono una pazza invasata, non sono dell'idea di lasciar fare alla natura, ma nemmeno di forzarla quando non è necessario. A me stanno benissimo i monitoraggi dopo la 40 ma non capisco perchè non arrivare a 42 se tutto va bene. Ci si risparmierebbero un sacco di induzioni con tutto quello che ne consegue.
Si induce a 41+3 perchè appunto ci possono essere errori di datazione di 3o4 gg (in più, ma anche in meno) e si è visto che è il giorno in cui conviene farlo (rischi legati all'induzione minori del rischio di attesa).
Se credi sia fatto a caso forse sottovaluti un minimo la professionalità altrui... :urka
Secondo te hanno usato una tombolata per scegliere la data??
ah non lo so cosa hanno fatto visto che ogni h ha le sue regole..cosi come ogni h ha le sue regole per quanto riguarda i tempi di attesa dopo la rottura delle membrane (chi 12 ore, chi 24 chi addirittura 48)
Io dico: ma cosa costa valutare la situazione caso per caso???!!!!!! se io e mio figlio a 41+3 stiamo benissimo perchè nn possiamo arrivare a 42 visto che la gravidanza è fisiologica fino a 42 settimane?
Ma tu puoi fare quel che vuoi, l'induzione è un consiglio che l'ospedale ti dà, ti assicuro che non ti vengono a prendere a casa sai!
sii onesta però..certo che non ti obbligano ma che pressione ti fanno e che conoscenze deve avere una donna per saper fare le domande giuste e capire da sola se suo figlio è o meno in pericolo...non è corretto...

blunotte9
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 2410
Iscritto il: 26 feb 2008, 10:05

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da blunotte9 » 24 ott 2012, 17:14

laura s ha scritto:
blunotte9 ha scritto:
ishetta ha scritto:
blunotte9 ha scritto:
laura s ha scritto:
blunotte9 ha scritto:io credo che il discorso sia un po più ampio...
Il punto è che un ginecologo cui muore un bambino per sf**a, destino o perchè ha temporeggiato un attimo di più si becca una bella denuncia. e la morte di un bambino è la morte di un bambino.
Una donna che subisce un tc non necessario, un'episio non necessaria, una medicalizzazione non necessaria...ci resterà male forse, avrà un pessimo ricordo del parto, ma ha il suo bambino in braccio e, con ogni probabilità si sentirà dire che "l'importante è che stiate entrambi bene, dimentica...".
E di sicuro non denuncia il suddetto ginecologo per un tc non strettamente necesario. Quindi spesso il medico sceglie la strada per lui più sicura.
Forse in senso stretto anche più sicura per la donna e il bambino...ma allora perchè tante donne si sentono cosi ferite da un tc che loro ritengono non necessario?
A volte ci sono ferite non si vedono ma ci sono..
Se era la cosa più sicura per mamma, bambino e ginecologo, per me più che ferite sono pippe mentali, e se non le sanno superare che crescano.
boh...mi pare che la vogliate fare semplice quando non lo è..è come se io avessi un dito in cancrena, per scrupolo mi amputassero tutta la mano e quando mi mostro dispiaciuta mi dicessero "di che ti lamenti sei viva?"....tutto vero per carità...però boh...
ma qui mica ti tolgono l'utero. Ridimensioniamo. Un'episiotomia guarisce, la cicatrice di un tc si rimargina...
quella fisica sì...lascia degli strascichi ma si rimargina.
io ripeto non ho subito nè tc nè episiotomie ho avuto dei parti tranquilli per cui non ho traumi sulle spalle...ma se tante tante donne ricordano a distanza di anni quel tc ancora piangendo perchè vogliamo continuare a sottovalutare questa sofferenza???? se poi questa sofferenza era evitabile perchè non fare nulla se nn dire alla donna "di farsi meno pippe mentali?"
Se lo ricordano dopo anni perchè per tutta la vita è stato inculcato loro che era loro dovere partorire per via vaginale, soffrendo come le loro mamme, e che se no sarebbero state dei fallimenti come donne. E sì, sono d'accordo, bisognerebbe fare qualcosa contro questa mentalità retrograda e allucinante..,
boh può darsi che sia cosi...che sia solo una questione di mentalità..io ripeto personalmente non ci tengo per nulla a partorire vaginalmente, non lo ritengo un vanto e non ritengo che più soffro più sono brava. Ritengo che ad oggi sia la maniera più sicura per mettere al mondo un figlio, tutto qui. Quando inventeranno il teletrasporto e sarà altrettanto sicuro sarò la prima ad utilizzarlo.

Avatar utente
laura s
Gold~GolGirl®
Gold~GolGirl®
Messaggi: 21134
Iscritto il: 8 dic 2006, 14:46

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da laura s » 24 ott 2012, 17:17

blunotte9 ha scritto:
laura s ha scritto:
blunotte9 ha scritto:
laura s ha scritto:
blunotte9 ha scritto:
laura s ha scritto:Blunotte io capisco il tuo discorso e secondo me su alcune cose hai ragione (tipo i troppi TC specie nelle cliniche, e certi posti dove fanno di routine l'episiotomia a tutte che non si può sentì), su altre secondo me no (ad es. sul fatto che l'epidurale non sia sicura).
E' difficile anche essere "imparziali" quando nel nostro paese vige una cultura catto-tradizionalista del "partorisci con dolore e non ti lamentare se sei una vera donna" portata avanti in primis proprio dalle ostetriche...
Poi non capisco tanto la polemica sulle induzioni: l'induzione si fa perchè dopo 42+0 aumenta in modo significativo il rischio di morte endouterina del feto, senza poter predire in che casi avverrà, e in che casi no. MORTE: saresti dell'idea di lasciar fare alla natura???
quante gravidanze tu hai sentito arrivare a 42+0??????? negli ospedali più "avanti" ti concedono di arrivare a 41+3...e vogliamo parlare delle datazioni da um non tenendo conto dei cicli più lunghi, di ovulazioni tardive...
io non sono una pazza invasata, non sono dell'idea di lasciar fare alla natura, ma nemmeno di forzarla quando non è necessario. A me stanno benissimo i monitoraggi dopo la 40 ma non capisco perchè non arrivare a 42 se tutto va bene. Ci si risparmierebbero un sacco di induzioni con tutto quello che ne consegue.
Si induce a 41+3 perchè appunto ci possono essere errori di datazione di 3o4 gg (in più, ma anche in meno) e si è visto che è il giorno in cui conviene farlo (rischi legati all'induzione minori del rischio di attesa).
Se credi sia fatto a caso forse sottovaluti un minimo la professionalità altrui... :urka
Secondo te hanno usato una tombolata per scegliere la data??
ah non lo so cosa hanno fatto visto che ogni h ha le sue regole..cosi come ogni h ha le sue regole per quanto riguarda i tempi di attesa dopo la rottura delle membrane (chi 12 ore, chi 24 chi addirittura 48)
Io dico: ma cosa costa valutare la situazione caso per caso???!!!!!! se io e mio figlio a 41+3 stiamo benissimo perchè nn possiamo arrivare a 42 visto che la gravidanza è fisiologica fino a 42 settimane?
Ma tu puoi fare quel che vuoi, l'induzione è un consiglio che l'ospedale ti dà, ti assicuro che non ti vengono a prendere a casa sai!
sii onesta però..certo che non ti obbligano ma che pressione ti fanno e che conoscenze deve avere una donna per saper fare le domande giuste e capire da sola se suo figlio è o meno in pericolo...non è corretto...
Voglio vedere se non insistessero e poi ci scappa veramente la tragedia cosa direbbe la gente, te compresa, di quell'equipe... mi sembra doveroso che insistano!
Io non ti piaccio? Eppure sei sempre a guardare e giudicare tutto ciò che faccio. Sai il dizionario come definisce una persona del genere? FAN

Avatar utente
laura s
Gold~GolGirl®
Gold~GolGirl®
Messaggi: 21134
Iscritto il: 8 dic 2006, 14:46

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da laura s » 24 ott 2012, 17:19

blunotte9 ha scritto:
laura s ha scritto:
blunotte9 ha scritto:
ishetta ha scritto:
blunotte9 ha scritto:
laura s ha scritto:
blunotte9 ha scritto:io credo che il discorso sia un po più ampio...
Il punto è che un ginecologo cui muore un bambino per sf**a, destino o perchè ha temporeggiato un attimo di più si becca una bella denuncia. e la morte di un bambino è la morte di un bambino.
Una donna che subisce un tc non necessario, un'episio non necessaria, una medicalizzazione non necessaria...ci resterà male forse, avrà un pessimo ricordo del parto, ma ha il suo bambino in braccio e, con ogni probabilità si sentirà dire che "l'importante è che stiate entrambi bene, dimentica...".
E di sicuro non denuncia il suddetto ginecologo per un tc non strettamente necesario. Quindi spesso il medico sceglie la strada per lui più sicura.
Forse in senso stretto anche più sicura per la donna e il bambino...ma allora perchè tante donne si sentono cosi ferite da un tc che loro ritengono non necessario?
A volte ci sono ferite non si vedono ma ci sono..
Se era la cosa più sicura per mamma, bambino e ginecologo, per me più che ferite sono pippe mentali, e se non le sanno superare che crescano.
boh...mi pare che la vogliate fare semplice quando non lo è..è come se io avessi un dito in cancrena, per scrupolo mi amputassero tutta la mano e quando mi mostro dispiaciuta mi dicessero "di che ti lamenti sei viva?"....tutto vero per carità...però boh...
ma qui mica ti tolgono l'utero. Ridimensioniamo. Un'episiotomia guarisce, la cicatrice di un tc si rimargina...
quella fisica sì...lascia degli strascichi ma si rimargina.
io ripeto non ho subito nè tc nè episiotomie ho avuto dei parti tranquilli per cui non ho traumi sulle spalle...ma se tante tante donne ricordano a distanza di anni quel tc ancora piangendo perchè vogliamo continuare a sottovalutare questa sofferenza???? se poi questa sofferenza era evitabile perchè non fare nulla se nn dire alla donna "di farsi meno pippe mentali?"
Se lo ricordano dopo anni perchè per tutta la vita è stato inculcato loro che era loro dovere partorire per via vaginale, soffrendo come le loro mamme, e che se no sarebbero state dei fallimenti come donne. E sì, sono d'accordo, bisognerebbe fare qualcosa contro questa mentalità retrograda e allucinante..,
boh può darsi che sia cosi...che sia solo una questione di mentalità..io ripeto personalmente non ci tengo per nulla a partorire vaginalmente, non lo ritengo un vanto e non ritengo che più soffro più sono brava. Ritengo che ad oggi sia la maniera più sicura per mettere al mondo un figlio, tutto qui. Quando inventeranno il teletrasporto e sarà altrettanto sicuro sarò la prima ad utilizzarlo.
Ah no, il teletrasporto lo uso prima io! :risatina:
Comunque se tu vedi chi ci rimane male per un TC imprevisto è sempre o di questa mentalità retrò o una che ha idealizzato il parto come una passeggiata di piacere in un campo di fiori selvatici e si era pure portata la compilation new age da sentirsi in travaglio e si è sentita defraudata della vacanza ai tropici...
Io non ti piaccio? Eppure sei sempre a guardare e giudicare tutto ciò che faccio. Sai il dizionario come definisce una persona del genere? FAN

Avatar utente
Antolina80
Bronze~GolGirl®
Bronze~GolGirl®
Messaggi: 14739
Iscritto il: 9 giu 2010, 17:26

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da Antolina80 » 24 ott 2012, 17:23

ishetta ha scritto:Ma sai... il discorso fisico è facilmente verificabile.
Il discorso psicologico un po' meno. Come fa un medico a sapere se quella persona fa i capricci o effettivamente non riuscirà a sostenere un parto? E' un limbo.
Antolina80 ha scritto: Io non preferisco il parto vaginale perchè sono frikkettona, ma perchè ritengo che sia il "male minore".
E' statisticamente il male minore, nessun dubbio. Carta canta.
Solo che quando viene fatto può essere una salvezza.

E poi è un diritto della gestante decidere come partorire. Perchè qualcuno che non è nella mia testa deve decidere se è meglio A o B?
Ma se, come dici tu poche righe più sopra, la persona fa i capricci invece di avrne reali esigenze è giusto che sia il ssn a effettuare il tc? Secondo me i rischi sono due: o si arriva a quello che dicevo prima e cioè un boom di cesarei perchè qualsiasi medico prescrive a qualsiasi paziente un tc programmato (e non va bene) oppure, che forse è pure peggio, niente più cesarei per motivazioni psicologiche con il risultato che chi realmente soffre di tocofobia si trova a dover farlo privatamente.
Non vedo come si possa conciliare il diritto di una donna di partorire come meglio crede e al contempo evitare il dilagare di tc non necessari. :perplesso Io ho solo sollevato il problema, eh..non ho la soluzione. :buuu
Se il mio armadio è pieno non vuol dire che la mia testa sia vuota.
Silvia 30/12/2010 3.500 kg x 51 cm la nostra piccola punk
Jacopo 08/08/2015 3.840 kg x 53 cm il nostro piccolo kiwi

Avatar utente
Antolina80
Bronze~GolGirl®
Bronze~GolGirl®
Messaggi: 14739
Iscritto il: 9 giu 2010, 17:26

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da Antolina80 » 24 ott 2012, 17:26

A me hanno fatto lo scollamento delle membrane...vale come induzione? :domanda
Se il mio armadio è pieno non vuol dire che la mia testa sia vuota.
Silvia 30/12/2010 3.500 kg x 51 cm la nostra piccola punk
Jacopo 08/08/2015 3.840 kg x 53 cm il nostro piccolo kiwi

Avatar utente
Zzz...
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 5672
Iscritto il: 15 lug 2007, 20:10

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da Zzz... » 24 ott 2012, 17:31

Antolina80 ha scritto: Ma se, come dici tu poche righe più sopra, la persona fa i capricci invece di avrne reali esigenze è giusto che sia il ssn a effettuare il tc?
Ma dire che noi donne non siamo bambine di tre anni e quindi abbiamo il diritto di scegliere quel che è meglio per noi è troppo hard come concetto? Ci deve essere sempre dietro un grillo parlante che giudica "Tu fai i capriccetti", "Tu invece hai davvero paura"? Bah!
Il senso della vita: Víctor 1-9-10 Inés 1-3-12

blunotte9
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 2410
Iscritto il: 26 feb 2008, 10:05

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da blunotte9 » 24 ott 2012, 17:31

laura s ha scritto:

Ah no, il teletrasporto lo uso prima io! :risatina:
Comunque se tu vedi chi ci rimane male per un TC imprevisto è sempre o di questa mentalità retrò o una che ha idealizzato il parto come una passeggiata di piacere in un campo di fiori selvatici e si era pure portata la compilation new age da sentirsi in travaglio e si è sentita defraudata della vacanza ai tropici...
non lo so...o forse il parto, come l'allattamento per altri versi, tocca delle corde in una donna che nemmeno sappiamo di avere se non quando vengono "violate"...

Avatar utente
Giulia80
Bronze~GolGirl®
Bronze~GolGirl®
Messaggi: 13638
Iscritto il: 9 lug 2009, 21:24

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da Giulia80 » 24 ott 2012, 17:32

Sto leggendo tutta questa discussione da tempo, non intervengo perchè io ho avuto due tc NON voluti, anche se necessari. Non avrei scelto un tc per nessun motivo, l'ho accettato perchè era la cosa migliore e avevo chiaro cosa era importante e cosa no.

Intervengo solo per questo: non è che una vuole un parto naturale perchè è "retrò" o perchè crede di fare una passeggiata. Il mio non era nè un caso nè l'altro. Ma avrei voluto un parto diverso, questo sì. La prima volta per motivi in parte diversi dalla seconda. Poi menomale che è andato tutto bene, i miei desideri sono chiaramente passati in secondo piano rispetto alla salute dei miei bambini.

Però no, non è che tutto il mondo mi ha detto che dovevo partorire con dolore che volevo farlo. è una cosa un po' più intima e personale.
Ecco, vorrei solo non trovarmi da una parte le donne "retrò" che mi dicono che non ho saputo partorire e dall'altra quelle troppo "moderne" che mi dicono che non ci devo rimanere male. Il mio è stato un vero e proprio trauma ed è servito del tempo per superarlo. Ed è un po' troppo semplicistico, specie se le esperienze vissute sulla propria pelle sono di tutt'altra natura, sminuire il peso di questa cosa definendola una pippa mentale.

Scusate, ma ci tenevo a dirlo.
Francesco 21-10-09: l'indomito lunatico Elisa 24-08-11: l'allegra irosa
usa il cuore per pensare

blunotte9
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 2410
Iscritto il: 26 feb 2008, 10:05

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da blunotte9 » 24 ott 2012, 17:38

Giulia80 ha scritto:
Ecco, vorrei solo non trovarmi da una parte le donne "retrò" che mi dicono che non ho saputo partorire e dall'altra quelle troppo "moderne" che mi dicono che non ci devo rimanere male. Il mio è stato un vero e proprio trauma ed è servito del tempo per superarlo. Ed è un po' troppo semplicistico, specie se le esperienze vissute sulla propria pelle sono di tutt'altra natura, sminuire il peso di questa cosa definendola una pippa mentale.

Scusate, ma ci tenevo a dirlo.
ecco per l'appunto.

Avatar utente
laura s
Gold~GolGirl®
Gold~GolGirl®
Messaggi: 21134
Iscritto il: 8 dic 2006, 14:46

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da laura s » 24 ott 2012, 17:46

Giulia80 ha scritto:Sto leggendo tutta questa discussione da tempo, non intervengo perchè io ho avuto due tc NON voluti, anche se necessari. Non avrei scelto un tc per nessun motivo, l'ho accettato perchè era la cosa migliore e avevo chiaro cosa era importante e cosa no.

Intervengo solo per questo: non è che una vuole un parto naturale perchè è "retrò" o perchè crede di fare una passeggiata. Il mio non era nè un caso nè l'altro. Ma avrei voluto un parto diverso, questo sì. La prima volta per motivi in parte diversi dalla seconda. Poi menomale che è andato tutto bene, i miei desideri sono chiaramente passati in secondo piano rispetto alla salute dei miei bambini.

Però no, non è che tutto il mondo mi ha detto che dovevo partorire con dolore che volevo farlo. è una cosa un po' più intima e personale.
Ecco, vorrei solo non trovarmi da una parte le donne "retrò" che mi dicono che non ho saputo partorire e dall'altra quelle troppo "moderne" che mi dicono che non ci devo rimanere male. Il mio è stato un vero e proprio trauma ed è servito del tempo per superarlo. Ed è un po' troppo semplicistico, specie se le esperienze vissute sulla propria pelle sono di tutt'altra natura, sminuire il peso di questa cosa definendola una pippa mentale.

Scusate, ma ci tenevo a dirlo.

Giulia ma infatti tu l'hai superato! C'è voluto del tempo, ma ci sei riuscita!
Blunotte parlava di donne che per anni e anni si portano dietro questa ferita, come se fosse appunto da paragonare a perdere un braccio (cosa che poco dopo è saltata fuori)... sono quelle che secondo me hanno subito un mezzo lavaggio del cervello...
Io sono contenta che i miei parti siano andati bene, se mi avessero fatto un TC mi sarebbe senz'altro dispiaciuto perchè finire sotto i ferri in urgenza non fa piacere a nessuno e sicuramente sarei la prima a dire che avrei preferito un parto diverso, ci avrei magari messo un pò a superare la cosa ma l'avrei superata.
Mi sembra che invece Blunotte parlasse di ferite insanabili... quello PER ME è quando qualcosa va storto... se avessi accanto un figlio disabile, quella sì, sarebbe una ferita insanabile...
In tal senso dicevo che se una donna non riesce dopo anni a farsi una ragione di come è andato un parto comunque con Happy End (tutti sani) ha secondo me delle pippe mentali, o dei problemi se preferite...
Io non ti piaccio? Eppure sei sempre a guardare e giudicare tutto ciò che faccio. Sai il dizionario come definisce una persona del genere? FAN

Avatar utente
Giulia80
Bronze~GolGirl®
Bronze~GolGirl®
Messaggi: 13638
Iscritto il: 9 lug 2009, 21:24

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da Giulia80 » 24 ott 2012, 17:51

mmmmmm.... non lo so. da una parte ti dico che sono d'accordo con te. dall'altra penso a me e alla mia esperienza: io ho superato la cosa solo con la seconda gravidanza e il secondo parto, che è stato un altro tc, ma che è stato il frutto di una lunga meditazione alla fine della quale ho visto la luce. ma se la seconda gravidanza non fosse arrivata, chissà se sarei mai riuscita a lasciarmi alle spalle un'esperienza che per me è stata terribile, anche se non ho perso la testa per questo.
mi spiego?
Francesco 21-10-09: l'indomito lunatico Elisa 24-08-11: l'allegra irosa
usa il cuore per pensare

Avatar utente
laura s
Gold~GolGirl®
Gold~GolGirl®
Messaggi: 21134
Iscritto il: 8 dic 2006, 14:46

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da laura s » 24 ott 2012, 17:53

Io penso che lo avresti superato, però è chiaro che le situazioni bisogna viverle...
Io non ti piaccio? Eppure sei sempre a guardare e giudicare tutto ciò che faccio. Sai il dizionario come definisce una persona del genere? FAN

blunotte9
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 2410
Iscritto il: 26 feb 2008, 10:05

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da blunotte9 » 24 ott 2012, 18:14

...il paragone con il braccio amputato era volutamente esagerato; chiaro che qui grazie a dio la mamma sta bene e ha un bimbo in braccio in perfetta salute.
nono stante ciò io penso che per alcune donne si tratti davvero di ferite insanabili. il tempo passa e lenisce tutto, ma la ferita, per le testimonianze che ho raccolto io, resta.

Avatar utente
laura s
Gold~GolGirl®
Gold~GolGirl®
Messaggi: 21134
Iscritto il: 8 dic 2006, 14:46

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da laura s » 24 ott 2012, 18:19

Però Blunotte vorrei una risposta a questa domanda, e la vorrei proprio da te che hai avuto due parti fisiologici senza compplicazioni.
Qual'è la cosa bella del parto??
Io non ti piaccio? Eppure sei sempre a guardare e giudicare tutto ciò che faccio. Sai il dizionario come definisce una persona del genere? FAN

blunotte9
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 2410
Iscritto il: 26 feb 2008, 10:05

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da blunotte9 » 24 ott 2012, 18:30

laura s ha scritto:Però Blunotte vorrei una risposta a questa domanda, e la vorrei proprio da te che hai avuto due parti fisiologici senza compplicazioni.
Qual'è la cosa bella del parto??
3 parti :sorrisoo non lo so...di "bello" in sè e per sè non c'è nulla...personalmente (salvo teletrasporto :spiteful: ) ri-partorirei per il senso di appartenenza a qualcosa di più grande che provi; per il sentirsi parte del miracolo delle vita...per una sorta di richiamo ancestrale...non so. Non c'è un motivo razionale. Di certo non credo di essere più "donna" per aver partorito vaginalmente.
Pure io sono stata fortunata nei miei parti e pure io sono convinta che il parto sia un momento e che non determini certo nè la qualità della madre nè il futuro rapporto tra madre e figlio...eppure...eppure se dovessi subire un tc mi dispiacerebbe.
A te no?

Avatar utente
Antolina80
Bronze~GolGirl®
Bronze~GolGirl®
Messaggi: 14739
Iscritto il: 9 giu 2010, 17:26

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da Antolina80 » 24 ott 2012, 18:44

Zzz... ha scritto:
Antolina80 ha scritto: Ma se, come dici tu poche righe più sopra, la persona fa i capricci invece di avrne reali esigenze è giusto che sia il ssn a effettuare il tc?
Ma dire che noi donne non siamo bambine di tre anni e quindi abbiamo il diritto di scegliere quel che è meglio per noi è troppo hard come concetto? Ci deve essere sempre dietro un grillo parlante che giudica "Tu fai i capriccetti", "Tu invece hai davvero paura"? Bah!
Se durante un parto vaginale le cose cominciassero ad andare storte e il medico dicesse: signora facciamo un cesareo! Non credo che nessuna direbbe: no il corpo è mio e me lo gestisco io!
Credo che chiunque si fiderebbe del medico. Quindi è giusto che sia un medico a decidere qual'è la via più sana da percorrere per la propria paziente.
Se uno viene da me e mi chiede un progetto per una casa da costruirsi su un terreno franabile io non lo faccio perchè è pericoloso e viene giù tutto. Questo mi dice che i soldi sono suoi, ci deve vivere lui e che vuole che venga costruita lo stesso. Poi trova un architetto compiacente che gli firma il progetto, solo che dopo qualche pioggia frana tutto e casa sua travolge il villaggio sottostante pieno di persone oneste come te e la tua famiglia che non centrate nulla.
Ora capisci quello che intendo?
Se il mio armadio è pieno non vuol dire che la mia testa sia vuota.
Silvia 30/12/2010 3.500 kg x 51 cm la nostra piccola punk
Jacopo 08/08/2015 3.840 kg x 53 cm il nostro piccolo kiwi

Avatar utente
Zzz...
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 5672
Iscritto il: 15 lug 2007, 20:10

Re: cesareo per scelta...parte seconda.

Messaggio da Zzz... » 24 ott 2012, 19:11

Antolina80 ha scritto:
Zzz... ha scritto:
Antolina80 ha scritto: Ma se, come dici tu poche righe più sopra, la persona fa i capricci invece di avrne reali esigenze è giusto che sia il ssn a effettuare il tc?
Ma dire che noi donne non siamo bambine di tre anni e quindi abbiamo il diritto di scegliere quel che è meglio per noi è troppo hard come concetto? Ci deve essere sempre dietro un grillo parlante che giudica "Tu fai i capriccetti", "Tu invece hai davvero paura"? Bah!
Quindi è giusto che sia un medico a decidere qual'è la via più sana da percorrere per la propria paziente.
Ah ok, allora che decida pure delle episiotomie, delle induzioni, del forcipe e del kristeller, della ventosa, che decida se ti meriti l'epidurale o se fai solo scena, che decida se devi partorire in ginocchio o testa in giù, e tutte zitte e a cuccia. Ti piacerebbe? Non credo. Allora non vedo perché i desideri tuoi vanno rispettati e quelli di un'altra donna no.
Il senso della vita: Víctor 1-9-10 Inés 1-3-12

Bloccato

Torna a “PREPARIAMOCI AL PARTO”