GravidanzaOnLine: il Forum

Prima, durante e dopo la gravidanza

 

La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Avatar utente
mammakoala
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 5643
Iscritto il: 10 mar 2008, 9:36

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da mammakoala » 24 mag 2021, 9:38

:majorette: VOTAZIONI PER LDM DI GIUGNO :majorette:

UNA LEVATRICE A NEW YORK di K. Manning:
LA COPPIA QUASI PERFETTA di J. Marrs:
THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di M. Wolitzer: MK
CIO' CHE NEL SILENZIO NON TACE, di M. Merletti: ciuk
IL VALORE AFFETTIVO, di N. Verna: MK
NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder: ciuk
IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin:



VOTANO: ciuk; MK
NON VOTANO:
2008
2011

Avatar utente
mammakoala
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 5643
Iscritto il: 10 mar 2008, 9:36

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da mammakoala » 24 mag 2021, 9:45

Stavo cercando di recuperare i miei voti di vecchi LDM, ma non ne trovo con la funzione cerca.
Sono sicura di averne letti e di averne parlato,evidentemente non li ho registrati sul forum.
2008
2011

Avatar utente
cancerina72
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 8576
Iscritto il: 2 mar 2006, 13:47

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da cancerina72 » 24 mag 2021, 11:23

:majorette: VOTAZIONI PER LDM DI GIUGNO :majorette:

UNA LEVATRICE A NEW YORK di K. Manning: fioriblu, cancerina72
LA COPPIA QUASI PERFETTA di J. Marrs:
THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di M. Wolitzer: MK, fioriblu
CIO' CHE NEL SILENZIO NON TACE, di M. Merletti: ciuk
IL VALORE AFFETTIVO, di N. Verna: MK
NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder: ciuk, cancerina72
IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin:



VOTANO: ciuk; MK, fioriblu, cancerina72
NON VOTANO:
Laura**Matilde 22/08/06 & Sofia 03/08/08**
biblios forever **l'amore non e' dire ti amo, ma dimostrare che e' vero(cit)**

Avatar utente
Yashodara
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 5191
Iscritto il: 10 apr 2011, 16:13

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da Yashodara » 25 mag 2021, 18:01

:majorette: VOTAZIONI PER LDM DI GIUGNO :majorette:

UNA LEVATRICE A NEW YORK di K. Manning: fioriblu, cancerina72
LA COPPIA QUASI PERFETTA di J. Marrs:
THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di M. Wolitzer: MK, fioriblu, Yashodara
CIO' CHE NEL SILENZIO NON TACE, di M. Merletti: ciuk
IL VALORE AFFETTIVO, di N. Verna: MK
NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder: ciuk, cancerina72
IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin: Yashodara



VOTANO: ciuk; MK, fioriblu, cancerina72, Yashodara
NON VOTANO:
Amo un fiore che si schiude lentamente
Margherita c'è dal 1.5.2011
Matilde c'è dal 30.5.2014

Avatar utente
Ciuk
Silver~GolGirl®
Silver~GolGirl®
Messaggi: 15587
Iscritto il: 5 mar 2007, 22:28

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da Ciuk » 25 mag 2021, 18:04

:majorette: VOTAZIONI PER LDM DI GIUGNO :majorette:

UNA LEVATRICE A NEW YORK di K. Manning: fioriblu, cancerina72
LA COPPIA QUASI PERFETTA di J. Marrs:
THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di M. Wolitzer: MK, fioriblu, Yashodara
CIO' CHE NEL SILENZIO NON TACE, di M. Merletti: ciuk, Simo
IL VALORE AFFETTIVO, di N. Verna: MK
NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder: ciuk, cancerina72, Simo
IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin: Yashodara



VOTANO: ciuk; MK, fioriblu, cancerina72, Yashodara, Simo
NON VOTANO:
JJ 28-09-2007 e JT 25-04-2009 L'espressione "una madre che lavora" è ridondante (Jane Sellman) Life is too short to remove USB safely

Avatar utente
Focus21
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 4070
Iscritto il: 7 ott 2013, 9:59

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da Focus21 » 25 mag 2021, 18:14

:majorette: VOTAZIONI PER LDM DI GIUGNO :majorette:

UNA LEVATRICE A NEW YORK di K. Manning: fioriblu, cancerina72
LA COPPIA QUASI PERFETTA di J. Marrs:
THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di M. Wolitzer: MK, fioriblu, Yashodara
CIO' CHE NEL SILENZIO NON TACE, di M. Merletti: ciuk, Simo, Focus21
IL VALORE AFFETTIVO, di N. Verna: MK
NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder: ciuk, cancerina72, Simo
IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin: Yashodara, Focus21



VOTANO: ciuk; MK, fioriblu, cancerina72, Yashodara, Simo; Focus21
NON VOTANO:
Rita
Mamma di Andrea (22.11.'94), Noemi (27.10.'97) e Giorgio (08.06.'14)

Avatar utente
tittiale
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 14821
Iscritto il: 6 set 2006, 11:19

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da tittiale » 25 mag 2021, 18:38

:majorette: VOTAZIONI PER LDM DI GIUGNO :majorette:

UNA LEVATRICE A NEW YORK di K. Manning: fioriblu, cancerina72
LA COPPIA QUASI PERFETTA di J. Marrs: Maripi
THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di M. Wolitzer: MK, fioriblu, Yashodara
CIO' CHE NEL SILENZIO NON TACE, di M. Merletti: ciuk, Simo, Focus21, Maripi
IL VALORE AFFETTIVO, di N. Verna: MK, tittiale
NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder: ciuk, cancerina72, Simo, tittiale
IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin: Yashodara, Focus21



VOTANO: ciuk; MK, fioriblu, cancerina72, Yashodara, Simo; Focus21, tittiale, Maripi
NON VOTANO:
`·.,¸¸,.·´¯ Titti&Ale con Manuel *15/2/2007, Sofia *27/1/2009, Mirco *20/1/2012 e Nicolò *27/3/2015¯`·.,¸¸,.·´

Avatar utente
chiarasole
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 8681
Iscritto il: 26 set 2005, 8:50

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da chiarasole » 25 mag 2021, 19:17

:majorette: VOTAZIONI PER LDM DI GIUGNO :majorette:

UNA LEVATRICE A NEW YORK di K. Manning: fioriblu, cancerina72
LA COPPIA QUASI PERFETTA di J. Marrs: Maripi
THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di M. Wolitzer: MK, fioriblu, Yashodara
CIO' CHE NEL SILENZIO NON TACE, di M. Merletti: ciuk, Simo, Focus21, Maripi, chiara
IL VALORE AFFETTIVO, di N. Verna: MK, tittiale
NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder: ciuk, cancerina72, Simo, tittiale
IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin: Yashodara, Focus21, chiara



VOTANO: ciuk; MK, fioriblu, cancerina72, Yashodara, Simo; Focus21, tittiale, Maripi, chiara
NON VOTANO:



Sent from my moto g(9) plus using Tapatalk

F 15-08-2006 E 6-03-2008
Cinderella is the proof that a pair of shoes can change a girl's life

Avatar utente
MariPi82
Gold~GolGirl®
Gold~GolGirl®
Messaggi: 24328
Iscritto il: 21 ott 2013, 14:32

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da MariPi82 » 8 giu 2021, 14:27

:surf: PROPOSTE PER LDM DI LUGLIO-AGOSTO :surf:

THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di Meg Wolitzer
Su un volo di prima classe per Helsinki siedono, una accanto all'altro, Joan Castleman e suo marito Joe. Lui, scrittore di fama internazionale, è lì per ricevere uno dei più importanti premi letterari, quello che desidera da anni, e lei, come sempre, è al suo fianco. Ma in alta quota, dove si può osservare il mondo da una prospettiva insolita, Joan, incapace di condividere la gioiosa trepidazione del marito, si trova a rivalutare ogni dettaglio del loro matrimonio. E a decidere come e quando lascerà Joe. Per lei non è un passo facile. Non una decisione presa a cuor leggero, ma una scelta ponderata che implica rimettere in discussione un'esistenza intera. La sua. Ha passato fin troppo tempo a recitare il ruolo della moglie impeccabile, accomodante e mai contrariata. Sempre pronta a relte i carrelli entrano ed escono dalle mura senza essere frugatstare nell'ombra, a negare il proprio talento letterario per non oscurare la fama del marito. Disposta ogni volta a chiudere un occhio sulle piccole trasgressioni di un uomo che non ha mai davvero saputo prendersi cura di sé stesso né di nessun altro. Eppure adesso, dopo più di quarant'anni, Joan sa di dover trovare il coraggio per affrontare la verità e forse condividerla con il mondo di fuori. È il solo modo che ha per ricominciare. Non ci sono strade alternative da percorrere. Perché se dietro ogni grande uomo si nasconde una grande donna, dietro una vita di rinunce e disillusioni si nascondono segreti che a volte è meglio rimangono tali.

NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder
Ogni giorno in America, il Paese più ricco del mondo, sempre più persone si trovano a dover scegliere tra pagare l'affitto e mettere il cibo in tavola. Di fronte a questo dilemma impossibile, molti decidono di abbandonare la vita sedentaria per mettersi in viaggio. In un mondo in cui basta un ricovero in ospedale al momento sbagliato per mandare in fumo i risparmi di una vita, in cui la previdenza sociale è praticamente inesistente e il peso dei debiti spinge molti alla disperazione, donne e uomini in età da pensione hanno iniziato a migrare da un lato all'altro del Paese attraverso i mezzi di trasporto più vari, tra un lavoro precario e l'altro. Tra loro Linda May: una nonna di 64 anni, dai capelli grigi, che vive viaggiando su un 28 piedi, e Bob Wells, diventato vero pilastro della comunità dei nomadi dopo anni di sofferenza e fallimenti. "Nomadland", nato dall'inchiesta «Dopo la pensione» (vincitrice del Premio Aronson 2015 per il giornalismo sulla giustizia sociale) ci accompagna in un viaggio indimenticabile attraverso la vita, i sogni e le speranze di questi nomadi del terzo millennio, per scoprire che, squarciato il velo illusorio del Sogno Americano, al di là è forse possibile scorgere una nuova realtà, più umana, più solidale, più bella.

IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin
Gerusalemme, 1995. Nel quartiere ultraortodosso di Mea Shearim vive Levi Kogan, primo di sette fratelli, che ha sempre vissuto secondo le tradizioni e le norme religiose della comunità charedi per volontà di nonno Chaim, di cui è il nipote prediletto.
Un giorno Levi fa un incontro che gli cambia la vita: Yael, una giovane soldatessa, lo salva da un attentato e il ragazzo, colpito dall’episodio, sente forte l’impulso a impegnarsi nella difesa del suo Paese. E s’innamora proprio di Yael, tanto diversa da lui e dal suo ambiente: una ragazza che fuma, indossa pantaloni corti, non sa cucinare ma sa maneggiare le armi… Ma seguire il cuore vuole dire essere espulsi dalla comunità charedi e dalla propria famiglia; soprattutto significa deludere nonno Chaim, che Levi stima più di chiunque altro.
E così, le scelte del ragazzo sono messe a confronto con il racconto di un’altra vita, una vita segreta, quella di Chaim che inizia in una sperduta cittadina ucraina nel 1941, il giorno del suo matrimonio. Durante la celebrazione, Chaim non può immaginare quanto il suo destino verrà sconvolto di lì a poco.
In un coinvolgente alternarsi di passato e presente si dipanano le vicende di nonno e nipote, nel contesto della grande Storia e della piccola storia di una famiglia di ebrei osservanti, di volta in volta costretta ad affrontare una realtà multiforme, a constatare quanto complicati possano essere i rigidi precetti della religione e quanto sia necessario derogare alle norme dettate.

SE AVESSI AVUTO GLI OCCHI NERI di G. Sorge
Può il colore degli occhi incidere sulla vita di una persona, condizionandola?
A seguito di un tentato suicidio, Stella finisce ricoverata in psichiatria e da lì prende le mosse il racconto della sua sofferta esistenza. Costretta a subire il matrimonio con Sebastiano, un uomo potente che non ama, tenterà di ottenere il proprio riscatto attraverso i figli. Santa, la primogenita, riuscirà a crearsi una vita indipendente. Carmelo avrà invece un’esistenza tormentata fin dalla nascita, quando il padre lo rifiuta perché non ha gli occhi neri come i veri “masculi siciliani”.
Se avessi avuto gli occhi neri è anche un affresco della Sicilia dai primi del Novecento a oggi, che esplora la condizione delle donne siciliane, l’evolversi della famiglia, i mutamenti della società. Un viaggio alla ricerca di identità negate, della propria verità e del difficile percorso per accettarsi ed essere accettati. Una saga familiare dall’imprevedibile finale.
Pietro Roberto 02-01-2013

Avatar utente
Ciuk
Silver~GolGirl®
Silver~GolGirl®
Messaggi: 15587
Iscritto il: 5 mar 2007, 22:28

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da Ciuk » 18 giu 2021, 11:54

:surf: PROPOSTE PER LDM DI LUGLIO-AGOSTO :surf:

THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di Meg Wolitzer
Su un volo di prima classe per Helsinki siedono, una accanto all'altro, Joan Castleman e suo marito Joe. Lui, scrittore di fama internazionale, è lì per ricevere uno dei più importanti premi letterari, quello che desidera da anni, e lei, come sempre, è al suo fianco. Ma in alta quota, dove si può osservare il mondo da una prospettiva insolita, Joan, incapace di condividere la gioiosa trepidazione del marito, si trova a rivalutare ogni dettaglio del loro matrimonio. E a decidere come e quando lascerà Joe. Per lei non è un passo facile. Non una decisione presa a cuor leggero, ma una scelta ponderata che implica rimettere in discussione un'esistenza intera. La sua. Ha passato fin troppo tempo a recitare il ruolo della moglie impeccabile, accomodante e mai contrariata. Sempre pronta a relte i carrelli entrano ed escono dalle mura senza essere frugatstare nell'ombra, a negare il proprio talento letterario per non oscurare la fama del marito. Disposta ogni volta a chiudere un occhio sulle piccole trasgressioni di un uomo che non ha mai davvero saputo prendersi cura di sé stesso né di nessun altro. Eppure adesso, dopo più di quarant'anni, Joan sa di dover trovare il coraggio per affrontare la verità e forse condividerla con il mondo di fuori. È il solo modo che ha per ricominciare. Non ci sono strade alternative da percorrere. Perché se dietro ogni grande uomo si nasconde una grande donna, dietro una vita di rinunce e disillusioni si nascondono segreti che a volte è meglio rimangono tali.

NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder
Ogni giorno in America, il Paese più ricco del mondo, sempre più persone si trovano a dover scegliere tra pagare l'affitto e mettere il cibo in tavola. Di fronte a questo dilemma impossibile, molti decidono di abbandonare la vita sedentaria per mettersi in viaggio. In un mondo in cui basta un ricovero in ospedale al momento sbagliato per mandare in fumo i risparmi di una vita, in cui la previdenza sociale è praticamente inesistente e il peso dei debiti spinge molti alla disperazione, donne e uomini in età da pensione hanno iniziato a migrare da un lato all'altro del Paese attraverso i mezzi di trasporto più vari, tra un lavoro precario e l'altro. Tra loro Linda May: una nonna di 64 anni, dai capelli grigi, che vive viaggiando su un 28 piedi, e Bob Wells, diventato vero pilastro della comunità dei nomadi dopo anni di sofferenza e fallimenti. "Nomadland", nato dall'inchiesta «Dopo la pensione» (vincitrice del Premio Aronson 2015 per il giornalismo sulla giustizia sociale) ci accompagna in un viaggio indimenticabile attraverso la vita, i sogni e le speranze di questi nomadi del terzo millennio, per scoprire che, squarciato il velo illusorio del Sogno Americano, al di là è forse possibile scorgere una nuova realtà, più umana, più solidale, più bella.

IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin
Gerusalemme, 1995. Nel quartiere ultraortodosso di Mea Shearim vive Levi Kogan, primo di sette fratelli, che ha sempre vissuto secondo le tradizioni e le norme religiose della comunità charedi per volontà di nonno Chaim, di cui è il nipote prediletto.
Un giorno Levi fa un incontro che gli cambia la vita: Yael, una giovane soldatessa, lo salva da un attentato e il ragazzo, colpito dall’episodio, sente forte l’impulso a impegnarsi nella difesa del suo Paese. E s’innamora proprio di Yael, tanto diversa da lui e dal suo ambiente: una ragazza che fuma, indossa pantaloni corti, non sa cucinare ma sa maneggiare le armi… Ma seguire il cuore vuole dire essere espulsi dalla comunità charedi e dalla propria famiglia; soprattutto significa deludere nonno Chaim, che Levi stima più di chiunque altro.
E così, le scelte del ragazzo sono messe a confronto con il racconto di un’altra vita, una vita segreta, quella di Chaim che inizia in una sperduta cittadina ucraina nel 1941, il giorno del suo matrimonio. Durante la celebrazione, Chaim non può immaginare quanto il suo destino verrà sconvolto di lì a poco.
In un coinvolgente alternarsi di passato e presente si dipanano le vicende di nonno e nipote, nel contesto della grande Storia e della piccola storia di una famiglia di ebrei osservanti, di volta in volta costretta ad affrontare una realtà multiforme, a constatare quanto complicati possano essere i rigidi precetti della religione e quanto sia necessario derogare alle norme dettate.

SE AVESSI AVUTO GLI OCCHI NERI di G. Sorge
Può il colore degli occhi incidere sulla vita di una persona, condizionandola?
A seguito di un tentato suicidio, Stella finisce ricoverata in psichiatria e da lì prende le mosse il racconto della sua sofferta esistenza. Costretta a subire il matrimonio con Sebastiano, un uomo potente che non ama, tenterà di ottenere il proprio riscatto attraverso i figli. Santa, la primogenita, riuscirà a crearsi una vita indipendente. Carmelo avrà invece un’esistenza tormentata fin dalla nascita, quando il padre lo rifiuta perché non ha gli occhi neri come i veri “masculi siciliani”.
Se avessi avuto gli occhi neri è anche un affresco della Sicilia dai primi del Novecento a oggi, che esplora la condizione delle donne siciliane, l’evolversi della famiglia, i mutamenti della società. Un viaggio alla ricerca di identità negate, della propria verità e del difficile percorso per accettarsi ed essere accettati. Una saga familiare dall’imprevedibile finale.

BOTTIGLIETTE di Sophie van Llewyn
Nella Romania degli anni Settanta, oppressa dal regime di Ceaușescu, i giovani sposi Alina e Liviu, entrambi insegnanti, si ingegnano a incanalare come meglio possono la propria vita nelle strettoie della dittatura. Ma un giorno il fratello di Liviu fugge all’Ovest e, poco dopo, Alina si rifiuta di denunciare una sua piccola allieva per il possesso di una rivista proibita. La coppia entra così nel mirino delle forze governative, e le loro carriere, insieme al matrimonio, cominciano a sgretolarsi. Non resta che scappare dunque, anche per provare a salvare quel che resta della loro felicità. Con una madre che non la appoggia e la Securitate determinata a distruggere le loro vite, Alina decide di rivolgersi a zia Theresa, moglie di un esponente del partito e depositaria di antichi e magici rituali popolari… E sarà la magia a dare una sterzata alle vite di tutti. Sophie van Llewyn ci regala un romanzo intenso e commovente, a tratti ironico, pieno di ritmo e magia, capace di far convivere bellezza e orrore, di raccontarci la vita nella Romania comunista e allo stesso tempo di svelarci il mondo di Alina, in cui si respira amore, incertezze, coraggio e speranza in un futuro di felicità.

KLARA E IL SOLE di Kazuo Ishiguro
Seduta in vetrina sotto i raggi gentili del Sole, Klara osserva il mondo di fuori e aspetta di essere acquistata e portata a casa. Promette di dedicare tutti i suoi straordinari talenti di androide B2 al piccolo amico che la sceglierà. Gli terrà compagnia, lo proteggerà dalla malattia e dalla tristezza, e affronterà per lui l'insidia più grande: imparare tutte le mille stanze del suo cuore umano. Dalla vetrina del suo negozio, Klara osserva trepidante il fuori e le meraviglie che contiene: il disegno del Sole sulle cose e l'alto Palazzo RPO dietro cui ogni sera lo vede sparire, i passanti tutti diversi, Mendicante e il suo cane, i bambini che la guardano dal vetro, con le loro allegrie e le loro tristezze. Ogni cosa la affascina, tutto la sorprende. La sua voce, così ingenua ed empatica, schiva e curiosa quanto quella di un animale da compagnia, appartiene in realtà a un robot umanoide di generazione B2 ad alimentazione solare: Klara è un modello piuttosto sofisticato di Amico Artificiale, in attesa, come la sua amica Rosa e il suo amico Rex, e tutti gli altri AA del negozio, del piccolo umano che la sceglierà. A sceglierla è la quattordicenne Josie. E fin dalla sua prima visita al negozio, nonostante l'ammonimento di Direttrice sulla volubilità dei bambini, Klara sente di appartenerle, e per sempre. Josie è una ragazzina vivace e sensibile, ma afflitta da un male oscuro che minaccia di compromettere le sue prospettive future. Per lei Klara è pronta ad affrontare la brusca autorevolezza di una madre cupa e indecifrabile, l'ostilità spiccia di Domestica Melania e gli scherzi cattivi dei compagni speciali che frequentano con Josie gli «incontri di interazione», e che mal sopportano i diversi. Quando la malattia di Josie colpisce più duramente, Klara sa che cosa fare: deve trovare colui da cui ogni nutrimento discende e intercedere per la sua protetta, anche a costo di qualche sacrificio; deve impegnarcisi anima e corpo, come se anima e corpo avesse. Nel primo romanzo dopo il conferimento del Premio Nobel per la Letteratura, Ishiguro torna ai temi esplorati in "Non lasciarmi" per offrirci una nuova meditazione sul valore dell'amore e del sacrificio e sulla complessità del cuore umano, composito e sfaccettato come i riquadri in cui si fraziona la vista dell'androide Klara.
JJ 28-09-2007 e JT 25-04-2009 L'espressione "una madre che lavora" è ridondante (Jane Sellman) Life is too short to remove USB safely

Avatar utente
Fioriblu
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 5108
Iscritto il: 21 gen 2008, 16:19

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da Fioriblu » 25 giu 2021, 10:53

:surf: PROPOSTE PER LDM DI LUGLIO-AGOSTO :surf:

THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di Meg Wolitzer
Su un volo di prima classe per Helsinki siedono, una accanto all'altro, Joan Castleman e suo marito Joe. Lui, scrittore di fama internazionale, è lì per ricevere uno dei più importanti premi letterari, quello che desidera da anni, e lei, come sempre, è al suo fianco. Ma in alta quota, dove si può osservare il mondo da una prospettiva insolita, Joan, incapace di condividere la gioiosa trepidazione del marito, si trova a rivalutare ogni dettaglio del loro matrimonio. E a decidere come e quando lascerà Joe. Per lei non è un passo facile. Non una decisione presa a cuor leggero, ma una scelta ponderata che implica rimettere in discussione un'esistenza intera. La sua. Ha passato fin troppo tempo a recitare il ruolo della moglie impeccabile, accomodante e mai contrariata. Sempre pronta a relte i carrelli entrano ed escono dalle mura senza essere frugatstare nell'ombra, a negare il proprio talento letterario per non oscurare la fama del marito. Disposta ogni volta a chiudere un occhio sulle piccole trasgressioni di un uomo che non ha mai davvero saputo prendersi cura di sé stesso né di nessun altro. Eppure adesso, dopo più di quarant'anni, Joan sa di dover trovare il coraggio per affrontare la verità e forse condividerla con il mondo di fuori. È il solo modo che ha per ricominciare. Non ci sono strade alternative da percorrere. Perché se dietro ogni grande uomo si nasconde una grande donna, dietro una vita di rinunce e disillusioni si nascondono segreti che a volte è meglio rimangono tali.

NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder
Ogni giorno in America, il Paese più ricco del mondo, sempre più persone si trovano a dover scegliere tra pagare l'affitto e mettere il cibo in tavola. Di fronte a questo dilemma impossibile, molti decidono di abbandonare la vita sedentaria per mettersi in viaggio. In un mondo in cui basta un ricovero in ospedale al momento sbagliato per mandare in fumo i risparmi di una vita, in cui la previdenza sociale è praticamente inesistente e il peso dei debiti spinge molti alla disperazione, donne e uomini in età da pensione hanno iniziato a migrare da un lato all'altro del Paese attraverso i mezzi di trasporto più vari, tra un lavoro precario e l'altro. Tra loro Linda May: una nonna di 64 anni, dai capelli grigi, che vive viaggiando su un 28 piedi, e Bob Wells, diventato vero pilastro della comunità dei nomadi dopo anni di sofferenza e fallimenti. "Nomadland", nato dall'inchiesta «Dopo la pensione» (vincitrice del Premio Aronson 2015 per il giornalismo sulla giustizia sociale) ci accompagna in un viaggio indimenticabile attraverso la vita, i sogni e le speranze di questi nomadi del terzo millennio, per scoprire che, squarciato il velo illusorio del Sogno Americano, al di là è forse possibile scorgere una nuova realtà, più umana, più solidale, più bella.

IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin
Gerusalemme, 1995. Nel quartiere ultraortodosso di Mea Shearim vive Levi Kogan, primo di sette fratelli, che ha sempre vissuto secondo le tradizioni e le norme religiose della comunità charedi per volontà di nonno Chaim, di cui è il nipote prediletto.
Un giorno Levi fa un incontro che gli cambia la vita: Yael, una giovane soldatessa, lo salva da un attentato e il ragazzo, colpito dall’episodio, sente forte l’impulso a impegnarsi nella difesa del suo Paese. E s’innamora proprio di Yael, tanto diversa da lui e dal suo ambiente: una ragazza che fuma, indossa pantaloni corti, non sa cucinare ma sa maneggiare le armi… Ma seguire il cuore vuole dire essere espulsi dalla comunità charedi e dalla propria famiglia; soprattutto significa deludere nonno Chaim, che Levi stima più di chiunque altro.
E così, le scelte del ragazzo sono messe a confronto con il racconto di un’altra vita, una vita segreta, quella di Chaim che inizia in una sperduta cittadina ucraina nel 1941, il giorno del suo matrimonio. Durante la celebrazione, Chaim non può immaginare quanto il suo destino verrà sconvolto di lì a poco.
In un coinvolgente alternarsi di passato e presente si dipanano le vicende di nonno e nipote, nel contesto della grande Storia e della piccola storia di una famiglia di ebrei osservanti, di volta in volta costretta ad affrontare una realtà multiforme, a constatare quanto complicati possano essere i rigidi precetti della religione e quanto sia necessario derogare alle norme dettate.

SE AVESSI AVUTO GLI OCCHI NERI di G. Sorge
Può il colore degli occhi incidere sulla vita di una persona, condizionandola?
A seguito di un tentato suicidio, Stella finisce ricoverata in psichiatria e da lì prende le mosse il racconto della sua sofferta esistenza. Costretta a subire il matrimonio con Sebastiano, un uomo potente che non ama, tenterà di ottenere il proprio riscatto attraverso i figli. Santa, la primogenita, riuscirà a crearsi una vita indipendente. Carmelo avrà invece un’esistenza tormentata fin dalla nascita, quando il padre lo rifiuta perché non ha gli occhi neri come i veri “masculi siciliani”.
Se avessi avuto gli occhi neri è anche un affresco della Sicilia dai primi del Novecento a oggi, che esplora la condizione delle donne siciliane, l’evolversi della famiglia, i mutamenti della società. Un viaggio alla ricerca di identità negate, della propria verità e del difficile percorso per accettarsi ed essere accettati. Una saga familiare dall’imprevedibile finale.

BOTTIGLIETTE di Sophie van Llewyn
Nella Romania degli anni Settanta, oppressa dal regime di Ceaușescu, i giovani sposi Alina e Liviu, entrambi insegnanti, si ingegnano a incanalare come meglio possono la propria vita nelle strettoie della dittatura. Ma un giorno il fratello di Liviu fugge all’Ovest e, poco dopo, Alina si rifiuta di denunciare una sua piccola allieva per il possesso di una rivista proibita. La coppia entra così nel mirino delle forze governative, e le loro carriere, insieme al matrimonio, cominciano a sgretolarsi. Non resta che scappare dunque, anche per provare a salvare quel che resta della loro felicità. Con una madre che non la appoggia e la Securitate determinata a distruggere le loro vite, Alina decide di rivolgersi a zia Theresa, moglie di un esponente del partito e depositaria di antichi e magici rituali popolari… E sarà la magia a dare una sterzata alle vite di tutti. Sophie van Llewyn ci regala un romanzo intenso e commovente, a tratti ironico, pieno di ritmo e magia, capace di far convivere bellezza e orrore, di raccontarci la vita nella Romania comunista e allo stesso tempo di svelarci il mondo di Alina, in cui si respira amore, incertezze, coraggio e speranza in un futuro di felicità.

KLARA E IL SOLE di Kazuo Ishiguro
Seduta in vetrina sotto i raggi gentili del Sole, Klara osserva il mondo di fuori e aspetta di essere acquistata e portata a casa. Promette di dedicare tutti i suoi straordinari talenti di androide B2 al piccolo amico che la sceglierà. Gli terrà compagnia, lo proteggerà dalla malattia e dalla tristezza, e affronterà per lui l'insidia più grande: imparare tutte le mille stanze del suo cuore umano. Dalla vetrina del suo negozio, Klara osserva trepidante il fuori e le meraviglie che contiene: il disegno del Sole sulle cose e l'alto Palazzo RPO dietro cui ogni sera lo vede sparire, i passanti tutti diversi, Mendicante e il suo cane, i bambini che la guardano dal vetro, con le loro allegrie e le loro tristezze. Ogni cosa la affascina, tutto la sorprende. La sua voce, così ingenua ed empatica, schiva e curiosa quanto quella di un animale da compagnia, appartiene in realtà a un robot umanoide di generazione B2 ad alimentazione solare: Klara è un modello piuttosto sofisticato di Amico Artificiale, in attesa, come la sua amica Rosa e il suo amico Rex, e tutti gli altri AA del negozio, del piccolo umano che la sceglierà. A sceglierla è la quattordicenne Josie. E fin dalla sua prima visita al negozio, nonostante l'ammonimento di Direttrice sulla volubilità dei bambini, Klara sente di appartenerle, e per sempre. Josie è una ragazzina vivace e sensibile, ma afflitta da un male oscuro che minaccia di compromettere le sue prospettive future. Per lei Klara è pronta ad affrontare la brusca autorevolezza di una madre cupa e indecifrabile, l'ostilità spiccia di Domestica Melania e gli scherzi cattivi dei compagni speciali che frequentano con Josie gli «incontri di interazione», e che mal sopportano i diversi. Quando la malattia di Josie colpisce più duramente, Klara sa che cosa fare: deve trovare colui da cui ogni nutrimento discende e intercedere per la sua protetta, anche a costo di qualche sacrificio; deve impegnarcisi anima e corpo, come se anima e corpo avesse. Nel primo romanzo dopo il conferimento del Premio Nobel per la Letteratura, Ishiguro torna ai temi esplorati in "Non lasciarmi" per offrirci una nuova meditazione sul valore dell'amore e del sacrificio e sulla complessità del cuore umano, composito e sfaccettato come i riquadri in cui si fraziona la vista dell'androide Klara.

L'APPELLO di Alessandro D'Avenia
E se l'appello non fosse un semplice elenco? Se pronunciare un nome significasse far esistere un po' di più chi lo porta? Allora la risposta "presente!" conterrebbe il segreto per un'adesione coraggiosa alla vita. Questa è la scuola che Omero Romeo sogna. Quarantacinque anni, gli occhiali da sole sempre sul naso, Omero viene chiamato come supplente di Scienze in una classe che affronterà gli esami di maturità. Una classe-ghetto, in cui sono stati confinati i casi disperati della scuola. La sfida sembra impossibile per lui, che è diventato cieco e non sa se sarà mai più capace di insegnare, e forse persino di vivere. Non potendo vedere i volti degli alunni, inventa un nuovo modo di fare l'appello, convinto che per salvare il mondo occorra salvare ogni nome, anche se a portarlo sono una ragazza che nasconde una ferita inconfessabile, un rapper che vive in una casa famiglia, un nerd che entra in contatto con gli altri solo da dietro uno schermo, una figlia abbandonata, un aspirante pugile che sogna di diventare come Rocky... Nessuno li vedeva, eppure il professore che non ci vede ce la fa. A dieci anni dalla rivelazione di Bianca come il latte, rossa come il sangue, Alessandro D'Avenia torna a raccontare la scuola come solo chi ci vive dentro può fare. E nella vicenda di Omero e dei suoi ragazzi distilla l'essenza del rapporto tra maestro e discepolo, una relazione dinamica in cui entrambi insegnano e imparano, disponibili a mettersi in gioco e a guardare il mondo con occhi nuovi. È l'inizio di una rivoluzione? L'Appello è un romanzo dirompente che, attingendo a forme letterarie e linguaggi diversi – dalla rappresentazione scenica alla meditazione filosofica, dal diario all'allegoria politico-sociale e alla storia di formazione –, racconta di una classe che da accozzaglia di strumenti isolati diventa un'orchestra diretta da un maestro cieco. Proprio lui, costretto ad accogliere le voci stonate del mondo, scoprirà che sono tutte legate da un unico respiro.

Avatar utente
cancerina72
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 8576
Iscritto il: 2 mar 2006, 13:47

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da cancerina72 » 25 giu 2021, 14:22

:surf: PROPOSTE PER LDM DI LUGLIO-AGOSTO :surf:

THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di Meg Wolitzer
Su un volo di prima classe per Helsinki siedono, una accanto all'altro, Joan Castleman e suo marito Joe. Lui, scrittore di fama internazionale, è lì per ricevere uno dei più importanti premi letterari, quello che desidera da anni, e lei, come sempre, è al suo fianco. Ma in alta quota, dove si può osservare il mondo da una prospettiva insolita, Joan, incapace di condividere la gioiosa trepidazione del marito, si trova a rivalutare ogni dettaglio del loro matrimonio. E a decidere come e quando lascerà Joe. Per lei non è un passo facile. Non una decisione presa a cuor leggero, ma una scelta ponderata che implica rimettere in discussione un'esistenza intera. La sua. Ha passato fin troppo tempo a recitare il ruolo della moglie impeccabile, accomodante e mai contrariata. Sempre pronta a relte i carrelli entrano ed escono dalle mura senza essere frugatstare nell'ombra, a negare il proprio talento letterario per non oscurare la fama del marito. Disposta ogni volta a chiudere un occhio sulle piccole trasgressioni di un uomo che non ha mai davvero saputo prendersi cura di sé stesso né di nessun altro. Eppure adesso, dopo più di quarant'anni, Joan sa di dover trovare il coraggio per affrontare la verità e forse condividerla con il mondo di fuori. È il solo modo che ha per ricominciare. Non ci sono strade alternative da percorrere. Perché se dietro ogni grande uomo si nasconde una grande donna, dietro una vita di rinunce e disillusioni si nascondono segreti che a volte è meglio rimangono tali.

NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder
Ogni giorno in America, il Paese più ricco del mondo, sempre più persone si trovano a dover scegliere tra pagare l'affitto e mettere il cibo in tavola. Di fronte a questo dilemma impossibile, molti decidono di abbandonare la vita sedentaria per mettersi in viaggio. In un mondo in cui basta un ricovero in ospedale al momento sbagliato per mandare in fumo i risparmi di una vita, in cui la previdenza sociale è praticamente inesistente e il peso dei debiti spinge molti alla disperazione, donne e uomini in età da pensione hanno iniziato a migrare da un lato all'altro del Paese attraverso i mezzi di trasporto più vari, tra un lavoro precario e l'altro. Tra loro Linda May: una nonna di 64 anni, dai capelli grigi, che vive viaggiando su un 28 piedi, e Bob Wells, diventato vero pilastro della comunità dei nomadi dopo anni di sofferenza e fallimenti. "Nomadland", nato dall'inchiesta «Dopo la pensione» (vincitrice del Premio Aronson 2015 per il giornalismo sulla giustizia sociale) ci accompagna in un viaggio indimenticabile attraverso la vita, i sogni e le speranze di questi nomadi del terzo millennio, per scoprire che, squarciato il velo illusorio del Sogno Americano, al di là è forse possibile scorgere una nuova realtà, più umana, più solidale, più bella.

IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin
Gerusalemme, 1995. Nel quartiere ultraortodosso di Mea Shearim vive Levi Kogan, primo di sette fratelli, che ha sempre vissuto secondo le tradizioni e le norme religiose della comunità charedi per volontà di nonno Chaim, di cui è il nipote prediletto.
Un giorno Levi fa un incontro che gli cambia la vita: Yael, una giovane soldatessa, lo salva da un attentato e il ragazzo, colpito dall’episodio, sente forte l’impulso a impegnarsi nella difesa del suo Paese. E s’innamora proprio di Yael, tanto diversa da lui e dal suo ambiente: una ragazza che fuma, indossa pantaloni corti, non sa cucinare ma sa maneggiare le armi… Ma seguire il cuore vuole dire essere espulsi dalla comunità charedi e dalla propria famiglia; soprattutto significa deludere nonno Chaim, che Levi stima più di chiunque altro.
E così, le scelte del ragazzo sono messe a confronto con il racconto di un’altra vita, una vita segreta, quella di Chaim che inizia in una sperduta cittadina ucraina nel 1941, il giorno del suo matrimonio. Durante la celebrazione, Chaim non può immaginare quanto il suo destino verrà sconvolto di lì a poco.
In un coinvolgente alternarsi di passato e presente si dipanano le vicende di nonno e nipote, nel contesto della grande Storia e della piccola storia di una famiglia di ebrei osservanti, di volta in volta costretta ad affrontare una realtà multiforme, a constatare quanto complicati possano essere i rigidi precetti della religione e quanto sia necessario derogare alle norme dettate.

SE AVESSI AVUTO GLI OCCHI NERI di G. Sorge
Può il colore degli occhi incidere sulla vita di una persona, condizionandola?
A seguito di un tentato suicidio, Stella finisce ricoverata in psichiatria e da lì prende le mosse il racconto della sua sofferta esistenza. Costretta a subire il matrimonio con Sebastiano, un uomo potente che non ama, tenterà di ottenere il proprio riscatto attraverso i figli. Santa, la primogenita, riuscirà a crearsi una vita indipendente. Carmelo avrà invece un’esistenza tormentata fin dalla nascita, quando il padre lo rifiuta perché non ha gli occhi neri come i veri “masculi siciliani”.
Se avessi avuto gli occhi neri è anche un affresco della Sicilia dai primi del Novecento a oggi, che esplora la condizione delle donne siciliane, l’evolversi della famiglia, i mutamenti della società. Un viaggio alla ricerca di identità negate, della propria verità e del difficile percorso per accettarsi ed essere accettati. Una saga familiare dall’imprevedibile finale.

BOTTIGLIETTE di Sophie van Llewyn
Nella Romania degli anni Settanta, oppressa dal regime di Ceaușescu, i giovani sposi Alina e Liviu, entrambi insegnanti, si ingegnano a incanalare come meglio possono la propria vita nelle strettoie della dittatura. Ma un giorno il fratello di Liviu fugge all’Ovest e, poco dopo, Alina si rifiuta di denunciare una sua piccola allieva per il possesso di una rivista proibita. La coppia entra così nel mirino delle forze governative, e le loro carriere, insieme al matrimonio, cominciano a sgretolarsi. Non resta che scappare dunque, anche per provare a salvare quel che resta della loro felicità. Con una madre che non la appoggia e la Securitate determinata a distruggere le loro vite, Alina decide di rivolgersi a zia Theresa, moglie di un esponente del partito e depositaria di antichi e magici rituali popolari… E sarà la magia a dare una sterzata alle vite di tutti. Sophie van Llewyn ci regala un romanzo intenso e commovente, a tratti ironico, pieno di ritmo e magia, capace di far convivere bellezza e orrore, di raccontarci la vita nella Romania comunista e allo stesso tempo di svelarci il mondo di Alina, in cui si respira amore, incertezze, coraggio e speranza in un futuro di felicità.

KLARA E IL SOLE di Kazuo Ishiguro
Seduta in vetrina sotto i raggi gentili del Sole, Klara osserva il mondo di fuori e aspetta di essere acquistata e portata a casa. Promette di dedicare tutti i suoi straordinari talenti di androide B2 al piccolo amico che la sceglierà. Gli terrà compagnia, lo proteggerà dalla malattia e dalla tristezza, e affronterà per lui l'insidia più grande: imparare tutte le mille stanze del suo cuore umano. Dalla vetrina del suo negozio, Klara osserva trepidante il fuori e le meraviglie che contiene: il disegno del Sole sulle cose e l'alto Palazzo RPO dietro cui ogni sera lo vede sparire, i passanti tutti diversi, Mendicante e il suo cane, i bambini che la guardano dal vetro, con le loro allegrie e le loro tristezze. Ogni cosa la affascina, tutto la sorprende. La sua voce, così ingenua ed empatica, schiva e curiosa quanto quella di un animale da compagnia, appartiene in realtà a un robot umanoide di generazione B2 ad alimentazione solare: Klara è un modello piuttosto sofisticato di Amico Artificiale, in attesa, come la sua amica Rosa e il suo amico Rex, e tutti gli altri AA del negozio, del piccolo umano che la sceglierà. A sceglierla è la quattordicenne Josie. E fin dalla sua prima visita al negozio, nonostante l'ammonimento di Direttrice sulla volubilità dei bambini, Klara sente di appartenerle, e per sempre. Josie è una ragazzina vivace e sensibile, ma afflitta da un male oscuro che minaccia di compromettere le sue prospettive future. Per lei Klara è pronta ad affrontare la brusca autorevolezza di una madre cupa e indecifrabile, l'ostilità spiccia di Domestica Melania e gli scherzi cattivi dei compagni speciali che frequentano con Josie gli «incontri di interazione», e che mal sopportano i diversi. Quando la malattia di Josie colpisce più duramente, Klara sa che cosa fare: deve trovare colui da cui ogni nutrimento discende e intercedere per la sua protetta, anche a costo di qualche sacrificio; deve impegnarcisi anima e corpo, come se anima e corpo avesse. Nel primo romanzo dopo il conferimento del Premio Nobel per la Letteratura, Ishiguro torna ai temi esplorati in "Non lasciarmi" per offrirci una nuova meditazione sul valore dell'amore e del sacrificio e sulla complessità del cuore umano, composito e sfaccettato come i riquadri in cui si fraziona la vista dell'androide Klara.

L'APPELLO di Alessandro D'Avenia
E se l'appello non fosse un semplice elenco? Se pronunciare un nome significasse far esistere un po' di più chi lo porta? Allora la risposta "presente!" conterrebbe il segreto per un'adesione coraggiosa alla vita. Questa è la scuola che Omero Romeo sogna. Quarantacinque anni, gli occhiali da sole sempre sul naso, Omero viene chiamato come supplente di Scienze in una classe che affronterà gli esami di maturità. Una classe-ghetto, in cui sono stati confinati i casi disperati della scuola. La sfida sembra impossibile per lui, che è diventato cieco e non sa se sarà mai più capace di insegnare, e forse persino di vivere. Non potendo vedere i volti degli alunni, inventa un nuovo modo di fare l'appello, convinto che per salvare il mondo occorra salvare ogni nome, anche se a portarlo sono una ragazza che nasconde una ferita inconfessabile, un rapper che vive in una casa famiglia, un nerd che entra in contatto con gli altri solo da dietro uno schermo, una figlia abbandonata, un aspirante pugile che sogna di diventare come Rocky... Nessuno li vedeva, eppure il professore che non ci vede ce la fa. A dieci anni dalla rivelazione di Bianca come il latte, rossa come il sangue, Alessandro D'Avenia torna a raccontare la scuola come solo chi ci vive dentro può fare. E nella vicenda di Omero e dei suoi ragazzi distilla l'essenza del rapporto tra maestro e discepolo, una relazione dinamica in cui entrambi insegnano e imparano, disponibili a mettersi in gioco e a guardare il mondo con occhi nuovi. È l'inizio di una rivoluzione? L'Appello è un romanzo dirompente che, attingendo a forme letterarie e linguaggi diversi – dalla rappresentazione scenica alla meditazione filosofica, dal diario all'allegoria politico-sociale e alla storia di formazione –, racconta di una classe che da accozzaglia di strumenti isolati diventa un'orchestra diretta da un maestro cieco. Proprio lui, costretto ad accogliere le voci stonate del mondo, scoprirà che sono tutte legate da un unico respiro.

TRE GOCCE D'ACQUA di Valentina D'Urbano
Celeste e Nadir non sono fratelli, non sono nemmeno parenti, non hanno una goccia di sangue in comune, eppure sono i due punti estremi di un’equazione che li lega indissolubilmente. A tenerli uniti è Pietro, fratello dell’una da parte di padre e dell’altro da parte di madre. Pietro, più grande di loro di quasi dieci anni, si divide tra le due famiglie ed entrambi i fratellini stravedono per lui.

Celeste è con lui quando cade per la prima volta e, con un innocuo saltello dallo scivolo, si frattura un piede. Pochi mesi dopo è la volta di due dita, e poi di un polso. A otto anni scopre così di avere una rara malattia genetica che rende le sue ossa fragili come vetro: un piccolo urto, uno spigolo, persino un abbraccio troppo stretto sono sufficienti a spezzarla.

Ma a sconvolgere la sua infanzia sta per arrivare una seconda calamità: l’incontro con Nadir, il fratello di suo fratello, che finora per lei è stato solo un nome, uno sconosciuto. Nadir è brutto, ruvido, indomabile, ha durezze che sembrano fatte apposta per ferirla. Tra i due bambini si scatena una gelosia feroce, una gara selvaggia per conquistare l’amore del fratello, che preso com’è dai suoi studi e dalla politica riserva loro un affetto distratto. Celeste capisce subito che Nadir è una minaccia, ma non può immaginare che quell’ostilità, crescendo, si trasformerà in una strana forma di attrazione e dipendenza reciproca, un legame vischioso e inconfessabile che dominerà le loro vite per i venticinque anni successivi. E quando Pietro, il loro primo amore, l’asse attorno a cui le loro vite continuano a ruotare, parte per uno dei suoi viaggi in Siria e scompare, la precaria architettura del loro rapporto rischia di crollare una volta per tutte.

Al suo settimo romanzo, Valentina D’Urbano si conferma un talento purissimo e plastico, capace di calare i suoi personaggi in un’attualità complessa e contraddittoria, di indagare la fragilità e la resilienza dei corpi e l’invincibilità di certi legami, talmente speciali e clandestini da sfuggire a ogni definizione. Come quello tra Celeste e Nadir, che per la lingua italiana non sono niente, eppure in questa storia sono tutto.
Laura**Matilde 22/08/06 & Sofia 03/08/08**
biblios forever **l'amore non e' dire ti amo, ma dimostrare che e' vero(cit)**

Avatar utente
Ciuk
Silver~GolGirl®
Silver~GolGirl®
Messaggi: 15587
Iscritto il: 5 mar 2007, 22:28

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da Ciuk » 29 giu 2021, 18:07

:surf: VOTAZIONI LDM DI LUGLIO-AGOSTO :surf:

THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di Meg Wolitzer
NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder ciuk
IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin
SE AVESSI AVUTO GLI OCCHI NERI di G. Sorge
BOTTIGLIETTE di Sophie van Llewyn ciuk
KLARA E IL SOLE di Kazuo Ishiguro ciuk
L'APPELLO di Alessandro D'Avenia
TRE GOCCE D'ACQUA di Valentina D'Urbano

Votano: ciuk
Non Votano:
JJ 28-09-2007 e JT 25-04-2009 L'espressione "una madre che lavora" è ridondante (Jane Sellman) Life is too short to remove USB safely

Avatar utente
chiarasole
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 8681
Iscritto il: 26 set 2005, 8:50

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da chiarasole » 29 giu 2021, 20:33


Ciuk ha scritto::surf: VOTAZIONI LDM DI LUGLIO-AGOSTO :surf:

THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di Meg Wolitzer
NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder ciuk
IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin
SE AVESSI AVUTO GLI OCCHI NERI di G. Sorge
BOTTIGLIETTE di Sophie van Llewyn ciuk , chiara
KLARA E IL SOLE di Kazuo Ishiguro ciuk
L'APPELLO di Alessandro D'Avenia chiara
TRE GOCCE D'ACQUA di Valentina D'Urbano chiara

Votano: ciuk , chiara
Non Votano:



Sent from my moto g(9) plus using Tapatalk
F 15-08-2006 E 6-03-2008
Cinderella is the proof that a pair of shoes can change a girl's life

Avatar utente
Focus21
Expert~GolGirl®
Expert~GolGirl®
Messaggi: 4070
Iscritto il: 7 ott 2013, 9:59

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da Focus21 » 30 giu 2021, 12:38

:surf: VOTAZIONI LDM DI LUGLIO-AGOSTO :surf:

THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di Meg Wolitzer Focus21
NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder ciuk
IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin
SE AVESSI AVUTO GLI OCCHI NERI di G. Sorge
BOTTIGLIETTE di Sophie van Llewyn ciuk , chiara, Focus21
KLARA E IL SOLE di Kazuo Ishiguro ciuk
L'APPELLO di Alessandro D'Avenia chiara, Focus21
TRE GOCCE D'ACQUA di Valentina D'Urbano chiara

Votano: ciuk , chiara, Focus21
Non Votano:



Sent from my moto g(9) plus using Tapatalk
Rita
Mamma di Andrea (22.11.'94), Noemi (27.10.'97) e Giorgio (08.06.'14)

Avatar utente
cancerina72
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 8576
Iscritto il: 2 mar 2006, 13:47

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da cancerina72 » 30 giu 2021, 13:42

:surf: VOTAZIONI LDM DI LUGLIO-AGOSTO :surf:

THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di Meg Wolitzer Focus21
NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder ciuk
IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin
SE AVESSI AVUTO GLI OCCHI NERI di G. Sorge
BOTTIGLIETTE di Sophie van Llewyn ciuk , chiara, Focus21
KLARA E IL SOLE di Kazuo Ishiguro ciuk, cancerina72
L'APPELLO di Alessandro D'Avenia chiara, Focus21, cancerina72
TRE GOCCE D'ACQUA di Valentina D'Urbano chiara

Votano: ciuk , chiara, Focus21, cancerina72
Non Votano:
Laura**Matilde 22/08/06 & Sofia 03/08/08**
biblios forever **l'amore non e' dire ti amo, ma dimostrare che e' vero(cit)**

Avatar utente
cancerina72
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 8576
Iscritto il: 2 mar 2006, 13:47

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da cancerina72 » 30 giu 2021, 13:43

ho votato ma è stata dura....ne avrei scelti almeno altri due...
Laura**Matilde 22/08/06 & Sofia 03/08/08**
biblios forever **l'amore non e' dire ti amo, ma dimostrare che e' vero(cit)**

Avatar utente
Yashodara
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
Messaggi: 5191
Iscritto il: 10 apr 2011, 16:13

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da Yashodara » 30 giu 2021, 16:01

:surf: VOTAZIONI LDM DI LUGLIO-AGOSTO :surf:

THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di Meg Wolitzer Focus21, Yashodara
NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder ciuk
IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin
SE AVESSI AVUTO GLI OCCHI NERI di G. Sorge
BOTTIGLIETTE di Sophie van Llewyn ciuk , chiara, Focus21, Yashodara
KLARA E IL SOLE di Kazuo Ishiguro ciuk, cancerina72
L'APPELLO di Alessandro D'Avenia chiara, Focus21, cancerina72
TRE GOCCE D'ACQUA di Valentina D'Urbano chiara, Yashodara

Votano: ciuk , chiara, Focus21, cancerina72, Yashodara
Non Votano:
Amo un fiore che si schiude lentamente
Margherita c'è dal 1.5.2011
Matilde c'è dal 30.5.2014

Avatar utente
tittiale
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 14821
Iscritto il: 6 set 2006, 11:19

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da tittiale » 30 giu 2021, 16:23

:surf: VOTAZIONI LDM DI LUGLIO-AGOSTO :surf:

THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di Meg Wolitzer Focus21, Yashodara, tittiale
NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder ciuk, tittiale
IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin
SE AVESSI AVUTO GLI OCCHI NERI di G. Sorge
BOTTIGLIETTE di Sophie van Llewyn ciuk , chiara, Focus21, Yashodara
KLARA E IL SOLE di Kazuo Ishiguro ciuk, cancerina72
L'APPELLO di Alessandro D'Avenia chiara, Focus21, cancerina72
TRE GOCCE D'ACQUA di Valentina D'Urbano chiara, Yashodara, tittiale

Votano: ciuk , chiara, Focus21, cancerina72, Yashodara, tittiale
Non Votano:
`·.,¸¸,.·´¯ Titti&Ale con Manuel *15/2/2007, Sofia *27/1/2009, Mirco *20/1/2012 e Nicolò *27/3/2015¯`·.,¸¸,.·´

Avatar utente
MariPi82
Gold~GolGirl®
Gold~GolGirl®
Messaggi: 24328
Iscritto il: 21 ott 2013, 14:32

Re: La Biblios passa poco perchè legge molto: mistero risolto!

Messaggio da MariPi82 » 30 giu 2021, 16:37

:surf: VOTAZIONI LDM DI LUGLIO-AGOSTO :surf:

THE WIFE. VIVERE NELL'OMBRA di Meg Wolitzer Focus21, Yashodara, tittiale
NOMADLAND. UN RACCONTO D'INCHIESTA, di J. Bruder ciuk, tittiale
IO SONO DEL MIO AMATO di A. Emdin
SE AVESSI AVUTO GLI OCCHI NERI di G. Sorge MariPi82
BOTTIGLIETTE di Sophie van Llewyn ciuk , chiara, Focus21, Yashodara
KLARA E IL SOLE di Kazuo Ishiguro ciuk, cancerina72, MariPi82
L'APPELLO di Alessandro D'Avenia chiara, Focus21, cancerina72
TRE GOCCE D'ACQUA di Valentina D'Urbano chiara, Yashodara, tittiale

Votano: ciuk , chiara, Focus21, cancerina72, Yashodara, tittiale, MariPi82
Non Votano:
Pietro Roberto 02-01-2013

Rispondi

Torna a “TopicOni vari, strani, regionali, riferiti alla gravidanza!!”