ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Piani di battaglia per cacciare la cicogna, unisciti alla missione anche tu!

ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 8:48

RINGRAZIAMO PER LA COLLABORAZIONE ALLA REDAZIONE DEL THREAD
in rigoroso ordine alfabetico
11esseti, alessandra72, dreamyeyes, ely68, federica, pallina.


Chiunque volesse partecipare con idee e proposte è il benvenuto,
basta mandare un mp ad uno qualsiasi dei moderatori.
Potete migliorare il lavoro già fatto oppure fare nuove ricerche interessanti,
è importante evitare doppioni o mero copia e incolla dalla rete: metteteci del vostro sempre.


INDICE DELL’ABC

- Abbreviazioni e gergo delle golline aspiranti
- Il ciclo mestruale
- Cicli anovulatori
- Come funzionano gli ormoni e come avviene l’impianto
- La temperatura basale
- Il muco
- I test ovulatori: Persona (stick e computer), Clearplan e Canadesi
- Quali sono i “giorni giusti” e come fare per individuarli
- La cervice
- Beta HCG
- Il test di gravidanza
- Gli spermatozoi e lo spermiogramma
- La maca
- Esami da fare quando la cicogna tarda ad arrivare
- Endometriosi
- Complicanze della gravidanza iniziale: uovo chiaro, gravidanza extrauterina, etc..
- Dosaggi ormonali
- Descrizione degli ormoni da dosare
- Infertilità di coppia
ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Re: ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 8:50

Abbreviazioni e gergo delle golline aspiranti

GOL: gravidanzaonline, quindi il sito che gratuitamente ci ospita e ci offre tutto questo

FF: fertility friend, il sito in cui si possono creare grafici per monitorare la temperatura basale

ROSSE: mestruazioni

PM: (post mestruzioni) sono i giorni che vanno dal primo giorno delle mestruazioni all’ovulazione

PO: (post ovulazione) indica i giorni successivi all'ovulazione.

TB: temperatura basale. Qualche volta viene chiamata anche BBT (body basal temperature).

MARATONE: i rapporti sessuali

BETA: ormone che permette di individuare lo stato di gravidanza

BDC: botta di kiulo ovvero la fortuna che tutte noi speriamo di avere

CIKA: la cicogna

QUOTARE: condividere i contenuti di un discorso

IUI: inseminazione intrauterina

IVG: Interruzione volontaria di gravidanza
ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Re: ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 8:51


CICLO MESTRUALE

Il ciclo si distingue principalmente in 3 fasi:

FASE 1 - Fase preovulatoria o follicolare
Ha inizio il primo giorno in cui abbiamo bisogno dell’assorbente a causa delle perdite di sangue e finisce il giorno precedente a quello in cui avviene l’ovulazione.
Questo primo giorno viene chiamato 1pm e i successivi seguiranno l’ordine numerico, quindi 2pm, 3pm, 4pm, ecc..
La fase follicolare non ha una durata certa e fissa ma la sua lunghezza può essere soggetta a variazioni anche di grande entità e viene così chiamata perché in questa fase si sviluppano i follicoli, che sono vescicolette contenenti gli ovociti
Durante le mestruazioni iniziano a maturare un certo numero di follicoli fino a quando, sotto la spinta ormonale solo uno, chiamato follicolo dominante, verrà scelto per continuare la crescita, mentre gli altri saranno destinati a riassorbirsi.
Il follicolo dominante aumenterà le proprie dimensioni di circa 2 mm. al giorno e scoppierà intorno ai 20-25 mm. producendo l’ovulo e trasformandosi in corpo luteo con la principale attività di produzione di progesterone, indispensabile per la riuscita dell’impianto.
In questa fase infatti la mucosa dell’endometrio stimolata dal progesterone emesso dal corpo luteo si ispessisce e cresce di circa 1 mm al giorno fino ad arrivare al momento dell’ovulazione con uno spessore che può variare tra gli 8 e i 12 mm. uno spessore diverso da questo range potrebbe ostacolare l'impianto.

FASE 2 - Fase ovulatoria
Il 90% delle donne feconde è in grado di osservare, nel periodo dell’ovulazione, la comparsa di muco ovulatorio.
Questo segno è di particolare importanza per stabilire i giorni fecondi e infecondi perché reagisce in tempo reale alle modificazioni ormonali ma non dovrebbe mai essere considerato da solo, in quanto tale, è particolarmente indicativo solo quando è confrontato con il parallelo decorso della temperatura.
Fintanto che c’è il muco o che questo si ripresenta dopo una brevissima interruzione bisogna pensare ad un periodo probabilmente fecondo e finchè la tb non aumenta, dopo la cessazione del muco, bisogna considerare la possibilità di ulteriori giorni fertili.
Solo il rialzo della tb indica che il periodo fertile è già trascorso quindi, quando cessato il muco, si siano avuti tre rialzi termici, i quali, ciascuno considerato isolatamente, siano stati più alti delle sei precedenti temperature più basse.
Da ciò si deduce che si è fertili, con fertilità crescente, nei tre giorni precedenti l’ovulazione con una fertilità massima il giorno dell’ovulazione e si è fertili ma con fertilità decrescente nei tre giorni successivi e comunque fino ai tre rialzi della tb.

FASE 3 - Fase post ovulatoria o fase luteale o luteinica
Il rialzo termico della temperatura concomitante con la fine del muco è l’indizio più importante dell’attività del corpo luteo e quindi dell’ovulazione avvenuta.
Dall’ovulazione si riparte con il conteggio e quindi il giorno della presunta ovulazione dovrà essere conteggiato come giorno ZERO p.o. e i giorni seguenti 1,2,3…po – che costituiscono la nostra fase luteale.
Una fase luteale normale va da 11 a 16 giorni, è sempre uguale nella stessa donna e può differire da una donna all’altra.
Un giorno in piu’ o in meno non deve alimentare confusione perché non sapendo quando, con esattezza, si è ovulato è molto probabile che ci siano queste piccole differenze.
Faccio un esempio su di me: ho una fase luteale di 11 giorni, ma ci sono mesi in cui conto 11 e altri in cui conto 10 o 12. Questo dipende dall’orario dell’ovulazione e da quello della mestruazione successiva. E’ probabile che in quel mese io possa avere ovulato di notte e il mattino successivo non sia riuscita, per ovvi motivi, ad avere già il rialzo della tb e che le mestruazioni siano arrivate la sera anziché al mattino.
Attenzione perché gli eventuali giorni di spotting premestruale non vanno mai inclusi nel nuovo ciclo ma fanno parte del ciclo precedente.
Per intenderci: se oggi ho spotting diventerà, ad esempio, il mio 28pm e se domani avrò bisogno dell’assorbente potrò cominciare a contare da 1.
ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Re: ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 8:53

Cicli Anovulatori

Faccio due premesse MOLTO importanti:

UN CICLO PUO’ DEFINIRSI ANOVULATORIO SOLO QUANDO SI E’ CONCLUSO.

AVERE 2 O TRE CICLI ANOVULATORI DURANTE L'ANNO È PERFETTAMENTE NORMALE

Il fatto di avere sempre avuto cicli precisi non vuol necessariamente dire che tutti i mesi devono essere uguali.
Ogni ciclo è a sé e la variabile che ne determina la lunghezza è l’ovulazione perché da quel momento ha inizio la fase luteale che è sempre la stessa e comunque non supera mai i 16-17 giorni.

Il metodo per sapere se si è ovulato è quello della rilevazione della temperatura basale.
Se il grafico non è bifasico cioè con temperature altalenanti, tipo montagne russe oppure con temperature mediamente uguali, allora vuol dire che l’ovulazione non c’è stata.

Attenzione perché la mancanza dell’ovulazione non vuol dire che non c’è stata attività ovarica, infatti è possibile che nei cicli anovulatori si noti la presenza di muco ovulatorio.
Questo dipende dal fatto che il muco reagisce in tempo reale alle modificazioni ormonali e uno o piu’ picchi di LH non sono riusciti a determinare la rottura del follicolo e quindi l’ovulazione.

Lo stesso discorso vale per gli stick ovulatori, si possono avere uno o piu’ stick positivi ma è solo con la tb che si accerta l’ovulazione avvenuta.

Il ciclo anovulatorio può essere corto o lungo, non c’è una regola, perché dipende dagli ormoni. Se non si ha l’ovulazione, dopo aver fatto un po’ di tentativi, il sistema ormonale si resetta e provoca le mestruazioni.
ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Re: ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 8:54


Come funzionano gli ormoni e come avviene l’impianto

Non è facile semplificare l’andamento ormonale di un ciclo mestruale perché è un sistema molto complesso, cercherò comunque di essere il piu’ chiara possibile: nei primi giorni delle mestruazioni l’FSH ha un andamento a curva, cioè aumenta per stimolare la crescita dei follicoli che sono stati reclutati per questo ciclo e diminuisce quando uno dei follicoli viene selezionato per l’ovulazione.

In questi giorni anche l’LH inizia ad aumentare lentamente.

Circa 7-8 giorni prima del momento di massima concentrazione di LH, il follicolo selezionato comincerà a produrre estrogeni, in particolare estradiolo, prima lentamente e poi sempre piu’ rapidamente.

Le ovaie intanto continuano a produrre, a livelli bassi e costantemente, estrogeni e progesterone.

Subito prima del picco di LH, le ovaie cominceranno ad aumentare in modo significativo i livelli di progesterone mentre il follicolo dominante a diminuire l’estradiolo.

Nel periodo dell'ovulazione può capitare di avere spotting, cioè piccole perdite di sangue. Il sangue però non è quello del follicolo perchè non ci arriverebbe mai a fuoriuscire dalla vagina, quello di rottura del follicolo al massimo potrebbe entrare in contatto con il perineo irritandolo e provocando così i classici dolori ovulatori.
Lo spotting ovulatorio è dovuto ad un brusco calo degli estrogeni (sbalzo ormonale) che solitamente potrebbe precedere anche di qualche giorno il picco ovulatorio (picco di LH) e che provoca un piccolo sfaldamento della mucosa uterina.

Il momento di massima concentrazione di LH si chiama “picco di LH” e dura solitamente 36-48 ore. Ed è costituito da molteplici liberazioni di ormoni in grande quantità, secreto in modo pulsatile.

Il picco determina la completa maturazione del follicolo dominante.

L’ovulazione, cioè il rilascio della cellula uovo da parte del follicolo maturo, avviene entro 16 - 32 ore DOPO l’inizio del picco.

Ovulazione quindi non vuol dire altro che espulsione da parte di un follicolo, di un ovulo maturo, un atto che dura circa 15 secondi.

Ricordo in un post di aver semplificato questo passaggio con un esempio riguardante il carburante di una macchina:
“perchè si verifichi l'ovulazione occorre che ci sia questo benedetto picco di LH, ma non devi vederlo come un gas che gonfia un palloncino, il quale scoppierà quando il gas è arrivato al massimo, ma vedilo piu' come un carburante per la macchina, puoi fare un giretto di un'ora e arrivare a destinazione oppure un giretto di due giorni prima di arrivare alla meta, ma sempre del carburante hai bisogno...”

Questo vuol dire che dopo il picco di LH puoi ovulare subito, oppure dopo 1 ora, dopo 6, 17, 20, 29 ore ecc.. ecc.. non c’è una regola.

I livelli di LH ed FSH nel post ovulazione diminuiscono e rimangono bassi per ricominciare ad aumentare con le mestruazioni.

Il corpo luteo comincia a secernere progesterone ed estradiolo per circa 14 giorni e poi degenera se non si è determinata una gravidanza, crollano così i livelli di progesterone ed estradiolo determinando le mestruazioni.

Se si è verificato il concepimento l’ovulo fecondato impiega dai 2 ai 4 giorni per arrivare all’utero e dopo ulteriori 2 giorni circa inizia a impiantarsi.
L’impianto però non è un processo immediato, diciamo quindi che inizia intorno al 6° - 7° giorno dal concepimento e si conclude intorno al 14° - 15° giorno.

Quindi dal giorno del concepimento, l’annidamento non si verifica prima di una settimana circa e anche dopo l’impianto servono alcuni giorni affinché l’Hcg, cioè l’ormone della gravidanza, venga rilevato dallo stick (che lo scambia con l’LH).

Il test si positivizza quando nelle urine rileva una certa quantità di Hcg.
quindi prima inizia l’impianto (a prescindere dalla durata della fase luteale) e prima c’è la possibilità che l’hcg sia sufficiente da essere rilevato.
ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Re: ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 8:55

La temperatura basale

Il metodo della temperatura basale è un metodo naturale e serve per individuare l'ovulazione perchè contrariamente a quanto si pensa, questa non avviene sempre e per tutte a metà del ciclo.
Per misurare la temperatura basale bisogno munirsi di un termometro.
E’ possibile utilizzarne uno specifico che si acquista in farmacia e si chiama Ginecolas ed è un termometro che ha le tacche più distanziate e quindi risulta di più facile lettura.
Oppure si può utilizzare un normalissimo termometro a mercurio oppure un termometro digitale.
Si può iniziare la misurazione dal primo giorno della mestruazione oppure anche subito dopo la fine delle mestruazioni, indicando i dati giorno per giorno con la precisione del decimo di grado, su una tabella che potete scaricare da internet qui http://forum.gravidanzaonline.it/guide/ff/
La temperatura basale va misurata la mattina dopo aver dormito almeno tre ore di fila, preferibilmente sempre alla stessa ora o comunque al massimo con una differenza di mezz’ora in piu’ o in meno rispetto all’orario usuale di misurazione. Nel caso misuriate la tb in orario diverso da quello usuale bisognerà segnalare la variazione di orario sul grafico.

Potete misurarla:
PER VIA RETTALE: è la migliore, la piu' attendibile ed è quella raccomandata sui libri che parlano di metodi naturali.

PER VIA VAGINALE: è abbastanza attendibile nonchè piu' comoda l'unico problema è che può essere falsata da eventuali infezioni vaginali.

Attenzione! la tb presa per VIA ORALE non è attendibile perchè di notte può capitare di dormire con la bocca aperta.

L'andamento della temperatura è in una prima fase (fase follicolare) mediamente bassa, fino al momento in cui scende per un giorno, per poi risalire oltre alla media della prima parte del ciclo nella fase luteinica.
L'abbassamento e il successivo rialzo corrispondono all’ovulazione che viene confermata dopo almeno tre giorni di rialzo della temperatura.
L’aumento può anche non avvenire immediatamente dopo l'ovulazione ma possono volerci anche 2-3 giorni.
La temperatura poi resta costantemente alta fino a qualche giorno prima delle mestruazioni successive, quando scende di nuovo. In alcuni casi la temperatura scende il giorno delle mestruazioni o anche il giorno successivo.
Se il vostro ciclo è ovulatorio il grafico avrà un andamento bifasico cioè la temperatura è più bassa nella fase follicolare per poi alzarsi di 3 decimi di grado circa nella fase luteinica.
Nel caso in cui il ciclo è anovulatorio la temperatura si mantiene costante durante tutto il ciclo, oppure ha un andamento a montagna russa e non è possibile individuare nel grafico un andamento bifasico.
In caso di gravidanza la temperatura resta mediamente alta anche il giorno del presunto arrivo delle mestruazioni e in alcuni casi potrebbe subire un ulteriore aumento determinando il cosiddetto andamento trifasico da gravidanza.

La temperatura può essere influenzata da diversi fattori quali:
- raffreddore, febbre, influenza
- uso di medicinali o ormoni ad esempio il progesterone
- infezioni vaginali
- bevande alcoliche
- utilizzo di un termometro diverso nello stesso ciclo
- misurazione in orario diverso

Per visualizzare al meglio gli allegati, fate click con il mouse sull'immagine.

Allegati
Grafico FF con gravidanza.jpg
Grafico FF con gravidanza
Grafico FF anovulatorio.jpg
Grafico FF anovulatorio
Grafico FF bifasico.jpg
Grafico FF con ovulazione (bifasico)
ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Re: ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 8:56

Il muco

Il muco è prodotto dalle ghiandole che si trovano nel canale cervicale ed ha una primaria funzione protettiva.
Esso infatti forma una sorta di tappo del canale cervicale che chiude il passaggio fra la vagina e l'utero, impedendo così che batteri o altri organismi estranei, entrino nella cavità uterina.
Per gran parte del ciclo, il muco è quindi impenetrabile anche agli spermatozoi e solo in prossimità dell'ovulazione si trasforma, per favorire il loro passaggio verso l'utero, proteggendoli e nutrendoli.
Se la quantità di muco non è sufficiente o le sue caratteristiche chimiche lo rendono ostile agli spermatozoi, la fecondazione non puo' avvenire anche se ci sono rapporti nei periodi giusti.
Il muco è il segnale più evidente per individuare la fase iniziale e finale del periodo fertile.
La quantità e qualità del muco cervicale cambia durante il ciclo, sotto l'influenza degli estrogeni e del progesterone: nella fase preovulatoria, quando gli estrogeni aumentano, viene prodotto un muco di tipo fertile, elastico e filante, che si riesce ad allungare anche per diversi cm. tra il pollice e l’indice, molto simile all'albume dell’uovo.
A questa tipologia di muco solitamente si accompagna una sensazione di bagnato, seguita da bagnato scivoloso molto simile a quella che rimane dopo una ecografia interna, a causa del gel.
In prossimità dell'ovulazione, la quantità di muco può diminuire sensibilmente per effetto della caduta degli estrogeni; dopo la rottura del follicolo, il progesterone provoca un brusco cambiamento dell'aspetto del muco che da limpido e filante, diventa giallo, grumoso o scompare del tutto.
Per aumentare la produzione di muco, bisogna bere molta acqua o succo di pompelmo, evitare lavande interne e i salvaslip che assorbono l'umidità e ne rendono difficile l’individuazione.
In genere dopo l'ovulazione, il muco scompare del tutto e prevale la sensazione di secchezza ma puo' accadere che continui ad esserci con caratteristiche non fertili, quindi opaco, giallino e cremoso ma non filante.

Vari tipi di muco:


Muco appiccicoso (sticky): è molto simile alla consistenza della colla secca, che si sbriciola e si rompe molto facilmente. Puo' essere di colore bianco, giallognolo ma anche opaco.

Muco cremoso (creamy): è il muco che somiglia alla crema per le mani, di colore bianco o giallo opaco simile al latte o alla maionese. E' possibile stenderlo tra l’indice e il pollice, ma non molto e si rompe facilmente.

Muco acquoso (watery): è il muco chiaro, trasparente, di consistenza molto simile all'acqua.

Muco a chiara d'uovo (eggwhite): s'intende il muco trasparente e molto elastico, può anche essere tinto di bianco o rosa, e si riesce ad allungare tra il pollice e l’indice. Questo è il tipo di muco con caratteristiche di maggiore fertilità.

ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Re: ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 8:57

Test ovulatori

I test ovulatori permettono di individuare in anticipo l'ovulazione rintracciando nell'urina i due ormoni caratteristici di quest'ultima cioè l'estradiolo e l'ormone luteinizzante il cui picco innesca l'ovulazione.

- Gli stick Persona: sono commercializzati per essere utilizzati con l'apposito computer “Persona” ma è molto piu’ semplice ed economico leggerli da soli.
Sono formati da tre parti: cappuccio, finestra di lettura e tampone assorbente.
Il test può essere eseguito a qualsiasi ora, tenendo per qualche secondo il tampone direttamente sotto il getto di pipì oppure immergendolo in un bicchiere in cui abbiamo precedentemente raccolto l’urina.
Dopo aver coperto il tampone con il cappuccio, appoggiare lo stick su una superficie piana e dopo qualche secondo leggere il risultato nella finestrella di lettura.

Tenendo lo stick con la mano destra:
- solo linea di SX => l'ovulazione è lontana
- linea di SX = alla linea di DX => l'ovulazione si sta avvicinando
- solo linea di DX oppure linea di DX superiore alla linea di SX => l'ovulazione è imminente e potrebbe avvenire entro le 36/48 ore successive.

L'individuazione del picco non garantisce al 100% che ci sia stata l'ovulazione, per averne la conferma bisogna affidarsi al metodo della temperatura basale.

Gli stick persona possono essere utilizzati anche come test di gravidanza a partire dal 13 p.o. e, in caso di gravidanza, la linea dx si ripresenterà come durante il picco ovulatorio.

Il computerino PERSONA: Il computerino persona è un apparecchio in grado di leggere l'esito degli stick, così come facciamo noi. E' un sistema usato a scopo contraccettivo, anche se molte di noi lo usano come metodo acchiappacicogna. Il suo costo si aggira intorno ai 100 euro (la confezione contiene pc e gli stick per il primo mese di utilizzo). Il suo funzionamento è semplice: segna con una lucina rossa i giorni fecondi e con una lucina verde i giorni a salve!
Come fa a decidere se il giorno è rosso o verde? Semplicemente leggendo lo stick che inserite la mattina.
Ogni mese (escluso il primo in cui gli stick richiesti sono 16) richiede 8 stick: il primo al 6pm, gli altri 7 li richiede per 7 giorni di seguito a partire dal 8/9pm e comunque a seconda della durata del ciclo personale.
Vediamo un po' come funziona: ogni mese il primo giorno di inizio rosse si preme un tasto speciale che segna l'inizio di un nuovo ciclo (riguardo alla scelta del momento in cui questo tasto deve essere pigiato c'è una spiegazione interna molto dettagliata e chiara) e inizia il conto dei giorni. Fino al 6pm i giorni sono tutti verdi. Al 6pm viene richiesto il primo stick. Se questo risulta negativissimo, ossia con una sx bella marcata continuano i giorni verdi, altrimenti, se la sx è sbiadita, partono i giorni rossi. In base all'esito del primo stick, il pc stabilisce quando iniziare a richiedere i restanti stick.
Le mattine in cui inserite lo stick il pc può dare 3 diversi risultati:
- luce verde (nel caso in cui la linea sx sia ancora molto marcata)
- luce rossa (nel caso in cui la linea sx sia debole)
- luce rossa con ovetto (nel caso in cui lo stick presenti la linea dx molto visibile).
In pratica persona inizia a dare giorni rossi fino a quando non vede comparire la linea dx. Quel giorno vi dà il primo ovetto. Il giorno successivo, indipendentemente dall'esito dello stick e indipendentemente dal fatto che lo stick venga fatto, dà un altro ovetto. Poi ancora due giorni rossi e poi riparte con i verdi.
Quindi dal giorno della linea dx visibile ci sono sempre due giorni con ovetto e due giorni rossi. Poi i giochi sono fatti..l'ovetto è scaduto, non c'è possibilità, in condizioni normali, che ci possa essere ovulazione.
Alcuni mesi però l'ovetto non compare. Questo non perchè non abbiate ovulato, ma perchè, semplicemente, il pc non ha fatto in tempo ad accorgersene. Infatti se la linea dx comparisse il giorno successivo al giorno in cui il pc richiede l'ultimo stick del mese, l'ovetto non compare perchè persona non sa il momento in cui c'è stato il picco di LH e quindi non sa di preciso quando avete ovulato. In tal caso per quel mese aspettatevi molti giorni rossi, dato che persona non sa quando avete ovulato ed essendo un metodo contraccettivo, va sul sicuro!
In prossimità dell'inizio del nuovo ciclo i giorni ritornano ad essere verdi e compare una m sul monitor per ricordarvi che dovete ripigiare a breve il tasto per un nuovo ciclo (ma magari non ce ne è più bisogno).
Ah, persona può essere usato da persone che hanno cicli regolari, compresi fra i 25 e i 35 giorni. Vanno benissimo cambiamenti di durata ciclo compresi in questo intervallo, cioè se un mese il ciclo dura 28gg e il successivo dura 33, non ci sono problemi, ma se uscite da questo range il pc non dovrebbe essere più affidabile!

Stick Clearplan: sono i gemellini "cari" dei persona.
Funzionano allo stesso modo, servono per individuare l'ovulazione (rilevano il picco dell'LH), ma hanno un sistema di lettura che lascia molto meno spazio all'interpretazione.
Questa chiarezza si paga (ma ognuno è libero di spendere i suoi soldi come crede) infatti costano circa 38 euro a confezione (sono cinque) ed è consigliabile usarli nei giorni presunti dell'ovulazione per non andare in bancarotta.
Comunque funzionano benissimo, come i persona.

Stick Canadesi (Alessandra72)
Allora siete pronte per il viaggio in CANADA???????????
Dunque per partire occorre:
- volere un bimbo
- non voler spendere tanti soldi inutilmente
- possedere una carta di credito (o carta pre-pagata)
- essere un po’ folli……….

I siti per acquistare gli stick canadesi sono:
- http://www.accuratepregnancytests.com
- http://www.saveontests.com

Collegatevi e cercate nella sezione “Ovulation test strip” il kit che preferite…..
Personalmente ho sempre acquistato sul secondo sito perché mi sembrava ++ conveniente….

Troverete tutte le informazioni e le “foto” necessarie per capire il funzionamento…..
In generale funzionano così:
- a seconda del vostro ciclo quando siete in prossimità dell’ovulazione iniziate a stikkare
- non utilizzate le urine del primo mattino ma quelle delle ore successive
- immergente fino al segno “max” lo stick nell’urina che avrete raccolto in un bicchierino
- tenete immerso per 10 secondi, togliete lo stick ed aspettate….
- immediatamente si visualizzerà la linea dx (vicino all’impugnatura che è di colore verde), questa è la linea di controllo che vi dirà se il test funziona oppure no….
-dopo circa 1 o 2 minuti inizierà a colorarsi un’altra linea (sul lato sx più vicino a dove c’è scritto MAX)…questa è la LINEA DELL’OVULAZIONE.
- quando questa linea diventerà bella cicciotta e ben visibile allora siete in procinto di ovulare e nelle prossime 24/48 il vostro corpo dovrebbe tirare fuori il nostro benedetto ovetto!!!!!
- se la linea dell’ovulazione si dovesse intravedere o vi sembra presente ma in modo molto flebile…non preoccupatevi….significa che ancora non avete ovulato…..
-vi assicuro che quando c’è LH in circolo questa linea diventa cicciottissima e coloratissima….impossibile sbagliare…..

Pregi : costano pochissimo, sono discreti in quanto sono piccolissimi, funzionano benissimo

Difetti: per me nessuno…..ma come tutte le cose nuove bisogna sprecarne un po’ per capire come funzionano…..ma fortunatamente costano mediamente 0.30€ c.a…..per cui si può fare………

Ely68: vi riporto la traduzione dall'inglese di quanto scritto sulle istruzioni per gli stick canadesi

Come utilizzare il test di ovulazione
Rimuovere il tappo di plastica per liberare la finestra assorbente.
Ponete la punta dello stick con le 5 piccole aperture sotto il flusso dell’urina per minimo 7-10 secondi. Una tecnica alternativa è raccogliere l’urina in un contenitore pulito ed immergere lo stick fino a metà della finestra assorbente per 10 secondi minimo.
Rimettere il tappo sopra la finestra e porre lo stick su una superficie piana.
Far passare 5 minuti prima di valutare lo stick

Interpretazione dei risultati
Se appare solo una banda colorata nella zona di controllo C in alto, e non appaiono bande nella zona del test T lo stick è negativo (no ovulazione)
La linea di controllo deve essere sempre presente e netta
Se appaiono bande colorate sia nella zona di controllo C che nella zona di test T lo stick è positivo.
Maggiore è l’intensità della banda nella zona T, maggiore è la concentrazione dell’ormone LH, quindi più vicina è l’ovulazione.
Il picco si ha quando la linea di test T è maggiore della linea di controllo C. L’ovulazione sarà entro 24 ore dal picco rilevato dallo stick.
La linea T diminuirà di intensità dopo il picco ovulatorio.
Il tempo migliore per concentrare i rapporti è durante la finestra di tempo da quando appare la linea di test T a quando diminuisce.
Per visualizzare al meglio gli allegati, fate click con il mouse sull'immagine.



Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Re: ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 9:00

Quali sono i “giorni giusti” e come fare per individuarli

Attraverso l'osservazione di più segni e sintomi - il muco cervicale, la temperatura basale, gli stick ovulatori ed i sintomi minori come lo spotting, i dolori addominali e la tensione al seno – è possibile individuare i cosiddetti “giorni giusti” cioè il nostro periodo fertile.

Il periodo più fertile del ciclo è quello del picco, cioè l'ultimo giorno in cui si avverte il muco (a prescindere dalla quantità) o la sensazione di bagnato/scivoloso, non sapendo però quando essattamente ci sarà il picco, bisogna cercare di avere rapporti a giorni alterni, dal giorno che si osserva la presenza di muco filante fino a quando scompare la sensazione di bagnato/scivoloso.

Il dolore addominale può essere un ottimo segnale dei giorni fecondi e si può manifestare come una puntura dolorosa o un breve crampo al basso ventre, all’altezza dell’ovaia di destra o di sinistra, ma può anche manifestarsi nella regione renale o lombare.
Può essere avvertito nel corso di un solo giorno e per brevissima durata, per esempio come un improvviso crampo doloroso o una stilettata al basso ventre che scompare quasi subito, in altri casi può protrarsi per più giorni e a volte può somigliare ai crampi delle mestruazioni.
Solo raramente il dolore addominale indica il giorno in cui c’è stata l’ovulazione, dipende molto dalla correlazione tra dolore addominale, muco cervicale e decorso della tb e di solito il muco e la tb sono strettamente connessi.

Nonostante questi accorgimenti è impossibile stabilire con esattezza qual è il giorno dell’ovulazione, può essere comunque utile sapere che solitamente si ha verso la fine del livello termico più basso ma alcune volte anche nel giorno del primo rialzo della tb e in certi casi fino a quattro giorni prima del primo rialzo della tb.
La tb nella fase post ovulatoria si mantiene alta, ci possono essere piccole punte in ribasso o avvallamenti, ma sono ininfluenti.
Per lo più la tb precipita immediatamente prima delle mestruazioni.

L’uovo che si distacca dall’ovaia o viene fecondato entro qualche ora oppure muore, quindi sarebbe importante riuscire a stabilire quali sono i giorni in cui in cui il concepimento diventa possibile.
E’ necessario, tenere conto anche il periodo di tempo in cui gli spermatozoi possono mantenersi vivi e fecondi, in presenza di muco cervicale (2-3 giorni).
Alcune osservazioni cliniche hanno trovato spermatozoi vivi anche dopo 4 giorni: bisogna però tenere presente che la capacità di movimento osservata al microscopio non è da confondersi con la capacità fecondativa.
Quindi un rapporto avvenuto 2 o 3 giorni prima dell’ovulazione potrebbe tranquillamente portare ad un concepimento, tenendo conto della durata complessiva della fase favorevole del muco.
Se si ha poco muco e di breve durata anche la fecondità degli spermatozoi ne risentirà e potrà durare solo poche ore, quando invece il muco è più abbondante e più durevole gli spermatozoi possono mantenersi fecondi più a lungo.

In conclusione in ogni ciclo c’è un periodo di 8 giorni che è probabilmente fecondo e questi giorni sono così calcolati:

4 giorni fecondi + 1 giorno dell’ovulazione + 2 o 3 giorni di fecondità degli spermatozoi = 8

Questi stessi 8 giorni devono corrispondere alla comparsa del muco ed eventualmente al dolore addominale e ai sei indici di tb bassa.

Riguardo le donne con cicli mestruali irregolari, i ginecologi più esperti sanno che quando una donna si impegna a misurare seriamente la tb e a prestare attenzione al muco, possono inspiegabilmente cominciare in lei cicli sorprendentemente regolari.
Non appena una donna con convinzione e adeguata informazione incomincia a interessarsi alle sue mestruazioni, i processi fisiologici possono normalizzarsi.
Ma anche se non fosse questo il caso, i ginecologi avrebbero almeno informazioni molto utili per ottenere un quadro chiaro della situazione e al tempo stesso dati di base indispensabili al trattamento dell’irregolarità.
ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Re: ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 9:01

La cervice

La cervice può fornire informazioni utili sullo condizione di fertilità durante il ciclo ovulatorio di una donna.
La cervice è la parte più bassa dell'utero e cambia per tutto il ciclo mestruale. Intorno periodo ovulatorio, la cervice diventa morbida e aperta in modo che il seme sia in grado di arrivare a fecondare l’ovocita. La cervice, prima e dopo l'ovulazione, sembra solida, bassa, chiusa e asciutta. Intorno periodo ovulatorio, invece cambia, diventa a mano a mano più alta e la si sente morbida, aperta e umida.

Per controllare la posizione della cervice dovete prima di tutto lavarvi bene la mani, in modo da evitare possibili infezioni.
La cervice va controllata una volta al giorno una volta finito il ciclo mestruale.
E’ consigliabile utilizzare sempre la stessa posizione, meglio sul bidet o sul water, mentre si è accovacciate: sarà più facile l’inserimento del dito in vagina ed il controllo, soprattutto se la cervice è in fase “alta”.
Inserite uno o due dita nella vagina. Sul retro della vagina, dovreste trovare la vostra cervice. Se applicate pressione leggera noterete che si sente liscia, arrotondata e più solida delle pareti vaginali circostanti.
In fase ovulatoria la cervice:
- è alta, infatti è più difficile raggiungerla.
- È morbida
- È umida
E’ leggermente aperta nel caso in cui la donna abbia già avuto un parto.
ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Re: ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 9:02


Beta HCG

La gonadotropina corionica umana (Beta HCG) è un ormone prodotto dal trofoblasto, un tessuto che si trasformerà successivamente in placenta.
La gravidanza inizia con il concepimento cioè l'incontro dello sparmatozoo con l'ovulo maturo nella tuba, l'ovulo fecondato arriva poi attraverso le tube fino all'utero dove dopo alcuni giorni si impianta nella parete uterina intorno al 7/8 giorno dalla fecondazione. Quando l'ovulo passa dallo stadio di morula a quello di blastocisti inizia la produzione di Beta quindi il suo dosagio permette di verificare precocemente e lo stato di gravidanza.
L'ormone specifico della gravidanza viene quindi prodotto intorno al 21°-22° giorno del ciclo ma solo in caso di ciclo regolare con ovulazione avvenuta al 14 giorno. Se l'ovulazione avviene più tardi anche l'annidamento e la produzione di beta sarà successiva.
Il dosaggio può essere effettuato sulle urine o sul sangue. Il test viene considerato negativo se il valore risulta inferiore a 10ui/l, positivo se la quantità di ormone dosato risulta uguale o superiore a questo valore.
Qui di seguito possiamo vedere tutte le variazioni ormonali in corrispondenza all'età concezionale e quindi quella riferita alle settimane effettive del feto e non alla settimana di gravidanza dal giorno dell'ultima mestruazione che rappresentano invece l'età gestazionale.

Cliccate qui per visualizzare la tabella dei valori di riferimento
ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Re: ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 9:02


Il test di gravidanza

Il test di gravidanza fai da te ci aiuta a scoprire con buona probabilità di esito corretto, se siamo incinte. Il vantaggio di questi test sta nella precocità, e nella possibilità di sapere prima di recarsi dal medico se il ritardo sia dovuto con buone probabilità alla gravidanza.
I test immediati, sono acquistabili in farmacia o nei supermercati, e si basano sull'individuazione della gonadotropina corionica nelle urine, a differenza del prelievo che valuta la presenza dello stesso ormone nel sangue. La placenta produce la gonadotropina corionica, detta HCG, una glicoproteina composta da due parti, una chiamata alfa e l'altra beta, che è quella rilevata nei test di gravidanza.
Questo ormone è prodotto generalmente solo in caso di gravidanza e quindi è molto difficile trovarsi in mano un test falsamente positivo. Un falso positivo potrebbe derivare da un aborto spontaneo, già avvenuto senza riscontro da parte della donna, oppure dall’inizio della menopausa, o ancora se vengono assunte precise sostanze contro l’infertilità, o se è trascorso un periodo inferiore ai due mesi dal parto precedente.
I test nella scatola generalmente sono due, per consentire la ripetizione del test a conferma del risultato dopo un intervallo di tempo. Sono semplici stick di materiale plastico, impugnabili come una penna, che contengono una striscia reattiva alla gonadotropina corionica. Per verificarne la presenza è sufficiente bagnare per pochi secondi lo stick con il normale flusso di urina, meglio con la prima urina del mattino che è più ricca dell’ormone, e dopo pochi minuti, se la presenza è confermata, sulla finestra dello stick comparirà la linea o il simbolo che denota la positività del test.
Alcune marche indicano sulle istruzioni che i test sono addirittura in grado di rilevare la positività già otto giorni dopo l’ovulazione, può essere che in alcuni casi accada, ma così precocemente potrebbero aversi i cosiddetti falsi negativi. Non in tutte le gravidanze infatti l’ormone è rilevabile così presto, e quindi è generalmente più indicato aspettare qualche giorno in più, le probabilità di esito corretto crescono notevolmente dopo il primo giorno di ritardo. L’attendibilità completa del risultato è comunque considerata a partire dal settimo giorno di ritardo del ciclo, ciò significa che gli ormoni della gravidanza a quell’epoca dovranno esserci ‘per forza’, altrimenti con la quasi certezza si potrà escludere la gravidanza.
Ma anche allora possono in rari casi aversi ancora falsi negativi, nel caso, sarà bene consultare il ginecologo, che probabilmente consiglierà l’esame del sangue.
Non tutti i test hanno la stessa sensibilità: significa che alcuni sono in grado di rilevare una minore concentrazione di HCG nel sangue, e quindi possono dare esito positivo più precocemente, altri necessitano di maggiore quantità di ormone, e quindi più tempo dalla data dell’ovulazione.
E’ consigliabile non bere molto prima del test, perché l’acqua potrebbe diluire in modo eccessivo le urine e falsare il risultato.
I costi sono variabili ma in linea di massima la scatola con due test costa meno di 20 euro, quella con uno circa la metà.
Le marche in commercio sono molte, fra loro ci sono poche differenze, forse la principale sta proprio nella precocità di lettura sulla base della concentrazione dell’ormone. Nelle istruzioni generalmente dichiarano l’attendibilità fin dal primo giorno di ritardo, altri richiedono almeno sette giorni dal mancato ciclo per avere la certezza completa del risultato. Diciamo che in molti casi il primo giorno di ritardo sarà sufficiente per leggere l’esito reale, ma per esserne certi, soprattutto in caso di negatività, è bene aspettare i sette giorni.
Fra i più diffusi ricordiamo Conferma 3, Diagnosis, First response, Clearblue, Predictor, Artsana, Angelini, vanno tutti bene, ma anche se doveste incontrare altre marche, seguendo i tempi e le indicazioni scrupolosamente avrete un risultato altamente attendibile.
Qui di seguito trovate una lista con la sensibilità di alcuni test di gravidanza, ovviamente più il numero è basso più sono sensibili perchè indica la quantità di bhcg nelle urine che riescono a rilevare.
Quindi 25 mIU/ml significa che diventa positivo se è presente almeno tale quantità di bhcg nelle urine, quindi se fate il test precocemente meglio l'analysis del predictor

*** LISTA AGGIORNATA SETTEMBRE 2008 ***


Riferimenti:
I test di gravidanza ordinati per sensibilità (dai più sensibili ai meno sensibili).
Il MUI è la concentrazione di hcg per ml che il test è in grado di rilevare.
Più basso è il numero, maggiore è la sensibilità del test.


10 MUI/ML
Hcg beta clear sensitive ultra 10 mui/ml
On call 10 mUI/ml
Professional gravi-strip 10mIU/ml
Quick & early 10 mui/ml
Quick&easy 10 MIU/ml
QuickVue+ One-Step hCG Combo 10 mIU/ml per il siero

20 MUI/ML
Conferma Plus 3 20 mIU/ml
Analisys Timetest 20 mIU/ml
Clearview hcg combo 20 mUI/ml
Conferma 3 Plus 20 mIU/ml
Early pregnancy test 20 mIU/ml
Neo-o-Test 20mIU/ml
One step visual card 20 mIU/ml
QuickVue+ One-Step hCG Combo 20 mIU/ml per lurina
Rapid hcg 20 mIU/ml
Sure step 20 mUI/ml

25 MUI/ML
Absafety 25 mui/ml
Ausilium 25 mui/ml
Baby test plus 25 mIU/ml
Biorapid Hcg 25 mIU/ml
Certezza 25 mui/ml
Clearblue easy digital 25 mUI/ml
Clearview Hcg 25 mIU/ml
Confidelle 25 mIU/ml
Diagnosis 25 mUI/ml
Donna easy 25 mIU/ml
Farmamed 25 mUI/ml
First Signal S 25 mIU/ml
Gima Test 25 mIU/ml
Gravitest card 25 mUI/ml
Illa test 25 mIU/ml
Intimita 25 mIU/ml
Mamaplan 25 mUI/ml (mamaplan.it)
Midstream test 25mUI/ml
My private secret 25 mUI/ml
New easy test 25 mUI/ml
Preditest 25 mIU/ml
Pregnancy one step 25 mIU/ml
Professional Gravi-card 25 mIU/ml
Rapid hcg 25 mui/ml
Rapidvue 25 mIU/ml
Real check 25 mUI/ml
Sicurtest 25 mIU/ml
Signo hCG 25 mIU/ml
Simple test plus 25 mIU/ml
Teen test 25 mui/ml
Tre minu test 25 mIU/ml
Vikia hcg monofase 25 mUI/ml

50 MUI/ML
ClearBlue 50 mIU/ml
Predictor 50 mIU/ml

100 MUI/ML
First Response 100 mIU/ml
Conferma 100 mIU/ml
ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Re: ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 9:03

Gli spermatozoi

Gli spermatozoi vengono prodotti dal testicolo in maniera continuativa. Ogni giorno un uomo sano produce centinaia di milioni di nuovi spermatozoi che sostituiscono quelli giunti alla fine del loro ciclo vitale che dura 72 giorni, questo vuol dire che ogni giorno vengono immessi nell’apparato spermatozoi che si sono formati nei tre mesi precedenti.
Da qui capirete perché si dice che una cura per aiutare gli spermatozoi o anche un’operazione chirurgica (es. varicocele) ha i suoi effetti dopo circa tre mesi.
Il liquido seminale non peggiora con le lunghe astinenze è solo piu’ probabile trovare spermatozoi immobili, al contrario un’astinenza minore aumenta la motilità.
I primi spermatozoi sono in grado di raggiungere le tube dopo 2 o 3 minuti dall’eiaculazione, gli altri seguiranno a ondate successive che, in caso di liquidi seminali particolarmente buoni possono protrarsi fino a 72 ore.
Ad ogni rapporto vengono eiaculati in media 200-500 milioni di spermatozoi.
Se lo spermatozoo non trova l’ovulo, trascorso il suo tempo di vita all’interno dell’utero, si ferma e viene riassorbito.
L’assenza di muco cervicale comporta l’immobilità degli spermatozoi e la loro morte dopo 2-6 ore, mentre una presenza di muco può garantire la vita e la loro mobilità per 3 giorni, questa cosa l’ho sempre immaginata come gli spinaci e braccio di ferro: gli spermatozoi eiaculati hanno bisogno di muco buono per essere “capacitati” cioè per essere in grado di sopravvivere in un ambiente a loro ostile e proprio per questo motivo si nutrono del nostro muco e quindi diventano forti e in grado di sopravvivere per piu’ tempo in attesa dell’ovulo.
La loro sopravvivenza nella vagina della donna non supera le 10 ore mentre la loro sopravvivenza nella cervice uterina è possibile fino a 3 giorni.

Lo spermatozoo è formato da due parti differenti: la testa e la coda.
- la testa, ha il compito di aprirsi un varco nella parete dell'ovulo e contiene il patrimonio genetico.
- la coda, ha il compito far muovere lo spermatozoo.

Le cause di una mancata gravidanza sono spesso da ricercare nell'uomo.
ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Re: ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 9:05

Lo spermiogramma

Lo spermiogramma è l’esame del liquido seminale e fornisce informazioni sia sulla quantità che sulla qualità degli spermatozoi. Permette di individuare la presenza di un problema del quale, tuttavia, occorre comunque identificare la causa.
Per avere la certezza del risultato deve essere ripetuto a distanza di 2-3 mesi, anche se il primo esame era risultato normale.

E qui, permettetemi di citare una cara “vecchia” gollina di nome Pallina
Lei appunto diceva sempre che “uno spermiogramma non fa primavera”.

Il liquido seminale deve essere prelevato in modo sterile e prevede un periodo di astinenza di minimo 3 e massimo 5 giorni.

L’astinenza deve essere totale, quindi evitate di fare ad esempio petting nei giorni di astinenza perché può causare perdite anche piccolissime di liquido seminale che influiscono sull’esame riguardo al numero degli spermatozoi.

La raccolta deve necessariamente avvenire mediante masturbazione.

Un liquido seminale raccolto dopo coito interrotto o dopo aver avuto rapporti orali va contro tutte le linee guida in semiologia e quindi non ha nessun valore.

Bisogna lavarsi molto accuratamente prima della raccolta, sia le mani che i genitali.

Il seme va raccolto in contenitori sterili (che trovate in farmacia) di solito si utilizzano quelli per la raccolta delle urine.

Se viene persa una parte, anche piccola dell'eiaculato, l'esame deve essere ripetuto.

Il campione va portato di laboratorio, entro 1 ora dalla raccolta, evitando le escursioni termiche; questo perché l'esposizione all'aria durante la consegna - soprattutto nei mesi più rigidi ed in particolari tipi di trasporto (ad es. motorino) - può influire sul risultato dell’esame, in particolare sulla motilità, (non sulla morfologia).
Le vibrazioni non creano problemi, l'importante è avere cura di conservarlo a una temperatura simile a quella corporea. L’ideale è mettere il campione sotto il maglione, a contatto con la pelle.

E’ importante non aver effettuato terapie mediche o chirurgiche o avuto febbre elevata nei tre mesi precedenti l'esame perchè il liquido seminale, come tutti i fluidi biologici, è soggetto ad oscillazioni positive o negative, a seconda di quello che è accaduto nei tre mesi precedenti all'esame e alle modalità di raccolta di volta in volta il campione.

Il risultato dello spermiogramma deve riportare:

- il volume dell'eiaculato che è in genere tra 1,5 e 5 ml;
- il ph, cioè il suo grado di acidità che deve essere compreso tra 7,2 e 8;
- la viscosità e la fluidificazione, cioè la quantità di tempo che occorre al liquido, inizialmente viscoso, di fluidificarsi.
- la quantità di spermatozoi in base al volume e il numero di spermatozoi per ml di liquido seminale. Si considera fertile un seme che contiene almeno 20 milioni di spermatozoi per ml.
- la morfologia: è assolutamente normale che un campione di liquido seminale contenga molti spermatozoi di forma anomala ma almeno il 30% degli spermatozoi dovrebbero essere normali. Diffidate comunque dagli esiti di spermiogramma che riportano l'80% di forme normali perché questi risultati non appartengono alla specie umana.

Quindi viene analizzata la motilità suddividendola in:
- motilità progressiva rapida: movimento rapido in avanti
- motilità progressiva lenta: movimento lento in avanti;
- motilità non progressiva: gli spermatozoi girano su se stessi senza avanzare;
- immotilità: gli spermatozoi sono fermi.

Infine si controlla la presenza di leucociti, batteri e protozoi che possono indicare un’infezione.

Si parla di:
Aspermia : se non c'è liquido seminale.
Ipospermia : se il volume è inferiore a 2 ml.
Iperspermia: se il volume è superiore a 6 ml.
Azoospermia : se nel liquido seminale non ci sono spermatozoi.
Oligospermia : se il numero degli spermatozoi è inferiore a 20.000.000 per ml.
Astenozoospermia : se la motilità è inferiore al 50% del numero totale.
Teratozoospermia: quando gli spermatozoi mal formati superano il 50%
ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Re: ABC - QUELLO CHE C'E' DA SAPERE QUANDO SI CERCA UN BIMBO

Messaggioda dreamyeyes » 25/03/2009, 9:06

La Maca

La maca è una radice tuberosa originaria delle ande, con straordinarie proprietà nutritive, ha pochi grassi, perlopiù insaturi, e fornisce un buon apporto di carboidrati e proteine, insieme a sali minerali, fibre, e vitamine. La sua caratteristica principale è quella di svolgere un effetto afrodisiaco, ma soprattutto di avere un’azione fortemente positiva su problemi di infertilità sia femminile che maschile, in particolare la prima. Essa è in grado di stimolare l’ovulazione e di rivitalizzare gli spermatozoi.
Ricordiamo che non è un farmaco miracoloso, in grado di risolvere seri problemi di infertilità, ma è uno stimolatore, in grado di riattivare gli organi pigri per ragioni non patologiche, ma che spesso sono causa di blocchi di durata molto lunga dell’attività riproduttiva maschile e femminile.
I risultati nel suo uso sono notevoli, anche se non esistono statistiche scientifiche, e soprattutto per il momento non si conoscono indesiderati effetti collaterali. L’unico potrebbe essere un po’ di nervosismo, visto che comunque la maca svolge un’azione eccitante, nel caso il fastidio dovesse essere eccessivo si consiglia di interromperne l’uso.

Dosi e somministrazione:

Si consiglia sia per l’uomo che per la donna una dose di 1500 mg giornaliera, da assumere preferibilmente la mattina.
Nella donna l’assunzione deve cominciare al primo giorno di mestruazioni e interrompersi dopo l’ovulazione. Nel po la maca non dovrà essere assunta.

La maca si acquista in qualsiasi erboristeria, anche online, o farmacia con prodotti naturalisti. Normalmente si assume in pastiglie da 500 mg l'una.

Utilizzo:
Prima di assumerla chiedere sempre il permesso al proprio ginecologo curante, ed effettuare un controllo dei livelli ormonali per assicurarsi che siano nella norma.
Il caso in cui l'assunzione è assolutamente da evitare, a causa dell'alto contenuto di iodio della maca, è se si soffre di ipertiroidismo.

Nota di dreamyeyes:
Ognuno può pensarla come vuole, ma se posso permettermi un consiglio non assumete un farmaco liberamente senza controllo medico perchè non è detto che tutto quello che è a base di erbe è innocuo.

Io diffido di qualunque cosa possa interferire con il sistema ormonale, vista la sua delicatezza.
Assumendo la maca si rischia di creare uno squilibrio ormonale magari difficile poi da ripristinare e con gli ormoni non si scherza, non ha senso rischiare di alterare qualcosa e per di piu' se l'equilibrio ormonale è già perfetto è inutile andare a interferire o peggio, alterare.
Se, ad esempio, le tube sono chiuse, tortuose o con delle aderenze, non c'è maca nè pozione magica che tenga.

Tenete presente che la maca NON va assolutamente presa nei casi in cui ci siano problemi di prostatite, quindi non la date ai vostri mariti come se fosse acqua da bere perchè senza controllo medico possono essere assunte dosi troppo alte che aumentano il rischio di tumore della mammella nella donna e della prostata nell'uomo, soprattutto nel caso di soggetti positivi per i marcatori del tumore.

Quindi ragazze, fate attenzione ai cosiddetti prodotti naturali, perché QUALUNQUE PRODOTTO può avere effetti collaterali a breve e a lungo termine.

Per qualunque terapia tradizionale o alternativa bisogna farsi seguire da un medico specialista che valuterà anche altri elementi come le eventuali predisposizioni allergiche o i problemi di ipertensione.
ʚϊɞ Non sarai cresciuto sotto il mio cuore, ma dentro ♥ ʚϊɞ ®

E dopo 5 anni di attesa Eva Thanh è con noi!
Avatar utente
dreamyeyes
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9830
Iscritto il: 18/01/2006, 11:56

Prossimo

Torna a AAA BEBE' CERCASI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 59 ospiti