E il lieto fine non ci sarà, non per me almeno

Grattacapi, scocciature, entusiasmi di ogni giorno, tra figli, mariti, suocere, mamme, amiche, che a volte ci fanno delirare!!

E il lieto fine non ci sarà, non per me almeno

Messaggioda Lunette » 30/07/2018, 14:56

Ultimamente mi sono trovata a pensare a tutte le ca***te che mi hanno propinato da piccola. Il principe azzurro, la fiaba della famiglia del mulino bianco, i bambini, la vecchiaia insieme.

Balle.

Se esiste è solo una grandissima botta di fondoschiena.
La verità è che ci vogliono due attributi enormi per mandare avanti un matrimonio. Ci vuole complicità, emotiva intimità e mai, dico mai scordarsi che l'altro non è un ectoplasma, ma un essere umano con sogni, desideri e sentimenti.

Ma siccome a me le cose facili non sono mai piaciute, il compagno me lo sono scelto pure straniero e di una cultura così profondamente diversa da diventare con il tempo un peso enorme per entrambi.
La (nostra) infelicità di vivere all'estero (se ci vai a 20 anni è una cosa, ma io una vita intera anche no)
La (sua) infelicità di non aver fatto quella carriera che avrebbe voluto.

Vaglielo a spiegare che forse per fare quella carriera ci vuole coraggio ovunque. Non è dovuta, non è regalata. E qualche volta ci si schiatta (Marchionne).

Ma tant'è. Anni di lotte (mie) contro un uomo che con il tempo diventava sempre più distante, freddo, anafettivo e lontano come plutone con marte. Io ero marte, quella che si incazzava, che litigava che urlava.
Ma il suo sangue era freddo come il piombo. Un'aplomb degna di un attore professionista.

Sono stata male, malissimo. A Luglio del 2017, dopo tanti tentativi da parte mia e una terapia di coppia andata peggio che male, per un mero istinto di sopravvivenza me ne vado di casa con mia figlia.

Lui non fa una piega, si consola con altre (non lo biasimo per questo, a dire il vero non ero neanche gelosa e questo la dice lunga, visto che io per carattere sono simile a Macchiavelli in quanto a cattiveria quando divento gelosa). Provo solamente stanchezza.

Gli ho lasciato tutto, in barba a quelli che sostengono che le donne sono vampiri succhia soldi. E certamente il suo stipendio gli permetteva di fare ciò che voleva.
Ma lui ha sempre avuto un rapporto malato con i soldi. Non ne spendeva mai, anche quando c'erano, era ossessionato all'idea di accumularli, quindi qualsiasi tentativo di "dilapidare" il "suo" capitale era una tragedia. Se penso a quante cose non ho fatto per non farlo stare male.

Questa sarebbe stata l'ultima. Il giudice gli ha imposto gli alimenti, dopo di che all'udienza di separazione gli ha detto di ringraziare il suo santo che gli aveva mandato una moglie (ex) così.

A fatica ho trovato una casa per me e Giulia. Me la sono smazzata da sola, ma finalmente ero consapevole di aver fatto la cosa giusta.

Eppure questo non ti nasconde dalla sofferenza. Di aver investito anni amando una persona anaffettiva, un uomo che avrebbe fatto dei danni sull'emotività di un'adolescente non essendo assolutamente capace di nutrire il suo animo di ragazzina sensibile e creativa.

Abbiamo l'affido congiunto ma lui non c'è mai. Quanto è vero che i figli sono delle madri. Anni fa avrei riso, invece ora so che è così. Il peso di tutto è mio e lo porto adesso con più serenità.

Quello che abbiamo è ora nostro e non esiste più quel braccio di ferro agghiacciante.

Eppure ancora sto male, a tratti per fortuna, perché ammettere il fallimento del proprio matrimonio è dura. Bisogna guardarsi dentro come forse non vorresti mai fare. Ma se non lo fai non puoi risorgere. Come la fenice, devi morire per poi rinascere.


E' stato come percorrere l'inferno. Ma non come Dante che era un codardo e ha avuto bisogno del suo accompagnatore. Io l'inferno l'ho attraversato da sola.

Ho scritto di getto e sinceramente non so neanche io perché l'ho scritto qui. Ma da qualche parte dovevo pur farlo.

Chissà che queste righe possano far riflettere.

Grazie per avermi ascoltato :sorrisoo
"Marta, Marta, tu t’inquieti e ti affanni per molte cose; una sola è necessaria: Maria invece ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta“.
Avatar utente
Lunette
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 5198
Iscritto il: 27/05/2005, 7:47
Località: Platealonga

Re: E il lieto fine non ci sarà, non per me almeno

Messaggioda Dionaea » 30/07/2018, 15:23

Lunette mi dispiace moltissimo, non deve essere stato per nulla facile. Non è facile quando si è da sole, lo è ancora meno con una ragazzina da tutelare.
Sei stata forte, fortissima.

Hai fatto bene a mettere tutto nero su bianco, nei momenti di sconforto potrai rileggerlo ed essere orgogliosa di te stessa.

Un abbraccio grande a te e a Giulia, come sta lei?
Sei arrivata per cambiare tutta una vita
Immagine
Avatar utente
Dionaea
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 36459
Iscritto il: 13/01/2010, 9:53

Re: E il lieto fine non ci sarà, non per me almeno

Messaggioda Lilluna » 30/07/2018, 16:15

Lunette.... Non ci conosciamo.
Mi spiace. Perché si... appunto ammettere la fine del proprio matrimonio, anche se già finito, è difficile. E brucia.
E ricominciare non è facile.
Thursday's Child Petonio Pigronio il cagone (31/05/12, 40+6, 3780gr, 51cm)
Ciuccione Mostrillo Pigrillo il caghino (18/06/14, 41+4, 3830gr, 51cm)
Smilzo Palmatino LaCozza il caghetto (07/10/16, 39+4, 3760gr, 52cm)
Avatar utente
Lilluna
Platinum~GolGirl®
Platinum~GolGirl®
 
Messaggi: 41163
Iscritto il: 24/06/2011, 8:34
Località: a metà, tra Como e Milano

Re: E il lieto fine non ci sarà, non per me almeno

Messaggioda R2D2 » 30/07/2018, 20:01

Lunette, mi dispiace tantissimo. La fine di un matrimonio è difficile da mandare giù.
Io voglio vedere il lato positivo, lo cerco sempre per non affondare... nella tua storia voglio vedere un lieto fine: la ritrovata libertà che porterà con il tempo alla serenità tua e di tua figlia. Non sarà certo oggi ma questo passaggio ci sarà. Già l'avere scritto nero su bianco è un buon segno, stai seguendo la direzione giusta. D'ora in poi la strada sarà più facile, vedrai. Tu hai tanta grinta, sii forte, sempre di più.
24.10.2007 - Per aspera ad astra
Avatar utente
R2D2
Bronze~GolGirl®
Bronze~GolGirl®
 
Messaggi: 14487
Iscritto il: 08/07/2009, 10:28
Località: Boh, mi sono persa...

Re: E il lieto fine non ci sarà, non per me almeno

Messaggioda ely66 » 30/07/2018, 21:19

hai avuto e hai un coraggio e una forza enormi. :coccola ora è giusto che ti coccoli un po' e senza dover pensare anche al benessere dell'altro (egoista). :vicinivicini: :vicinivicini:
Gaia,il soffio della mia vita è arrivata il 12 agosto 2003 I bambini devono essere felici, non farci felici
Non avere paura di essere solo. Le aquile volano sole, i piccioni volano in gruppo (prov. Lakota)
Avatar utente
ely66
Admin
Admin
 
Messaggi: 58339
Iscritto il: 08/04/2005, 21:00
Località: Fiji-koro island

Re: E il lieto fine non ci sarà, non per me almeno

Messaggioda witch » 01/08/2018, 16:43

Lunette mi spiace per quello che hai passato.
Ma dalle tue parole traspare forza e determinazione, hai sicuramente fatto la scelta più difficile ma più sana per te e Giulia.
In bocca al lupo per tutto
M1998+J2006 e ora anche zia D2016
Avatar utente
witch
Bronze~GolGirl®
Bronze~GolGirl®
 
Messaggi: 10817
Iscritto il: 15/09/2005, 10:12
Località: Italia

Re: E il lieto fine non ci sarà, non per me almeno

Messaggioda yoga » 01/08/2018, 22:15

Ciao Lunette, mi dispiace molto leggere queste tue parole. Ti ammiro per il tuo coraggio.
Ti abbraccio forte forte :cuore
E 2006
Avatar utente
yoga
Master~GolGirl®
Master~GolGirl®
 
Messaggi: 9619
Iscritto il: 20/05/2005, 9:46
Località: USA

Re: E il lieto fine non ci sarà, non per me almeno

Messaggioda robipokernonna » 31/08/2018, 12:04

Lunette ha scritto:Ultimamente mi sono trovata a pensare a tutte le ca***te che mi hanno propinato da piccola. Il principe azzurro, la fiaba della famiglia del mulino bianco, i bambini, la vecchiaia insieme.

Balle.

Se esiste è solo una grandissima botta di fondoschiena.
La verità è che ci vogliono due attributi enormi per mandare avanti un matrimonio. Ci vuole complicità, emotiva intimità e mai, dico mai scordarsi che l'altro non è un ectoplasma, ma un essere umano con sogni, desideri e sentimenti.

Ma siccome a me le cose facili non sono mai piaciute, il compagno me lo sono scelto pure straniero e di una cultura così profondamente diversa da diventare con il tempo un peso enorme per entrambi.
La (nostra) infelicità di vivere all'estero (se ci vai a 20 anni è una cosa, ma io una vita intera anche no)
La (sua) infelicità di non aver fatto quella carriera che avrebbe voluto.

Vaglielo a spiegare che forse per fare quella carriera ci vuole coraggio ovunque. Non è dovuta, non è regalata. E qualche volta ci si schiatta (Marchionne).

Ma tant'è. Anni di lotte (mie) contro un uomo che con il tempo diventava sempre più distante, freddo, anafettivo e lontano come plutone con marte. Io ero marte, quella che si incazzava, che litigava che urlava.
Ma il suo sangue era freddo come il piombo. Un'aplomb degna di un attore professionista.

Sono stata male, malissimo. A Luglio del 2017, dopo tanti tentativi da parte mia e una terapia di coppia andata peggio che male, per un mero istinto di sopravvivenza me ne vado di casa con mia figlia.

Lui non fa una piega, si consola con altre (non lo biasimo per questo, a dire il vero non ero neanche gelosa e questo la dice lunga, visto che io per carattere sono simile a Macchiavelli in quanto a cattiveria quando divento gelosa). Provo solamente stanchezza.

Gli ho lasciato tutto, in barba a quelli che sostengono che le donne sono vampiri succhia soldi. E certamente il suo stipendio gli permetteva di fare ciò che voleva.
Ma lui ha sempre avuto un rapporto malato con i soldi. Non ne spendeva mai, anche quando c'erano, era ossessionato all'idea di accumularli, quindi qualsiasi tentativo di "dilapidare" il "suo" capitale era una tragedia. Se penso a quante cose non ho fatto per non farlo stare male.

Questa sarebbe stata l'ultima. Il giudice gli ha imposto gli alimenti, dopo di che all'udienza di separazione gli ha detto di ringraziare il suo santo che gli aveva mandato una moglie (ex) così.

A fatica ho trovato una casa per me e Giulia. Me la sono smazzata da sola, ma finalmente ero consapevole di aver fatto la cosa giusta.

Eppure questo non ti nasconde dalla sofferenza. Di aver investito anni amando una persona anaffettiva, un uomo che avrebbe fatto dei danni sull'emotività di un'adolescente non essendo assolutamente capace di nutrire il suo animo di ragazzina sensibile e creativa.

Abbiamo l'affido congiunto ma lui non c'è mai. Quanto è vero che i figli sono delle madri. Anni fa avrei riso, invece ora so che è così. Il peso di tutto è mio e lo porto adesso con più serenità.

Quello che abbiamo è ora nostro e non esiste più quel braccio di ferro agghiacciante.

Eppure ancora sto male, a tratti per fortuna, perché ammettere il fallimento del proprio matrimonio è dura. Bisogna guardarsi dentro come forse non vorresti mai fare. Ma se non lo fai non puoi risorgere. Come la fenice, devi morire per poi rinascere.


E' stato come percorrere l'inferno. Ma non come Dante che era un codardo e ha avuto bisogno del suo accompagnatore. Io l'inferno l'ho attraversato da sola.

Ho scritto di getto e sinceramente non so neanche io perché l'ho scritto qui. Ma da qualche parte dovevo pur farlo.

Chissà che queste righe possano far riflettere.

Grazie per avermi ascoltato :sorrisoo



stai raccontando di te, ma calzerebbe a pennello anche per il mio primo matrimonio. pari pari. nonostante io fossi convitissima della mia scelta, la fatica di ricominciare e il senso di fallimento ti accompagnano di pari passo alla consapevolezza di essere riuscita a ripartire con le tue forze.
in bocca al lupo. per tutto
mamma di Eleonora 10.04.85 Nicola 18.10.87 Chiara 22.06.04
nonna di Daniele GT 05.09.12 Elisa 26.12.13 Matteo 08.02.16 Luca 20.07.17
Avatar utente
robipokernonna
Bronze~GolGirl®
Bronze~GolGirl®
 
Messaggi: 12883
Iscritto il: 27/10/2009, 21:57
Località: bergamo

Re: E il lieto fine non ci sarà, non per me almeno

Messaggioda floddi » 31/08/2018, 13:37

In bocca al lupo Lunette! E che il tempo passi veloce e che tutto rimanga solo una brutta fase della tua vita ampiamente superata!
2005 in blu 2010 in rosa Esiliata!!*due anni di fantastico esilio* sorelle d'italia
Avatar utente
floddi
Platinum~GolGirl®
Platinum~GolGirl®
 
Messaggi: 40435
Iscritto il: 17/11/2006, 14:47


Torna a LIBERA_MENTE confidenze, confronti, consigli e scontri

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 47 ospiti